Andrea Abodi: non daremo tregua, chi sbaglia deve pagare

MILANO. «Se si vuole mettere la parola fine a certi comportamenti bisogna agire di conseguenza; ho proposto al Governo il sequestro preventivo dei beni per chi si macchia di certi reati in ambito...

MILANO. «Se si vuole mettere la parola fine a certi comportamenti bisogna agire di conseguenza; ho proposto al Governo il sequestro preventivo dei beni per chi si macchia di certi reati in ambito sportivo e, in caso di colpevolezza, ho chiesto si arrivi alla loro confisca. E il dottor Cantone mi ha assicurato pieno appoggio a livello istituzionale, perché pienamente convinto della sua efficacia. Attenzione, questa è una iniziativa nella quale ho ricevuto pieno mandato e appoggio da tutte le società della Lega, che sono convinto ci farebbe fare un salto di qualità anche nella prevenzione e nella deterrenza». Lo dice Andrea Abodi (foto), presidente della Lega cadetta, in un'intervista a “B Magazine”, la rivista ufficiale della Lega B, di agosto.

«Avevamo un contratto quinquennale con uno sponsor che aveva iniziato a collaborare con noi titolando i playoff e avrebbe dato il nome al campionato, ma per la delinquenza di pochi ha deciso di uscire dall'accordo...».

Ecco la mappa dei beni confiscati realizzata da Confiscati Bene (dati dell'Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati)