Contenuto riservato agli abbonati

Viale Italia, attenzione alle nuove regole. Lato mare scatta la sosta dei soli scooter

La misura, decisa dopo la chiusura del controviale, sarà in vigore da venerdì per quattro mesi. Intanto partono i lavori per i posti auto nel parcheggio Atl e in via San Jacopo. Nuovi sensi in via Goito

LIVORNO. Da quando il controviale è stato chiuso alle auto e agli scooter per i lavori di ciclo-pedonalizzazione, la prima metà del viale Italia è stata trasformata. Già da tempo, dalle 7.45 alle 14.30, in tutta la fila di parcheggi ricavata lato mare possono sostare solo i motorini (anche perché lì vicino c’è l’ingresso del liceo Enriques): una regola che, provare per credere, viene quotidianamente infranta da chi è a caccia di un posto auto.

Ma dal 20 maggio, come raccontano i nuovi cartelli posizionati accanto alla strada, cambierà tutto: nel lungo tratto lato mare del viale Italia che corre più o meno da Largo Bellavista fino all’altezza dei Tirreno potranno parcheggiare solo i motorini sia la mattina che il pomeriggio, dalle 8 alle 20. La sosta, viceversa, sarà consentita anche alle auto dalle otto di sera alle otto di mattina. E la misura resterà in vigore per tutto il periodo estivo, da venerdì prossimo fino al 20 settembre. Quindi occhio alle multe.


Lo dice la stessa assessora alla mobilità: «Dopo aver lasciato che i livornesi si abituino alle nuove regole, a breve partiranno le sanzioni». «Questa misura – entra nel merito Giovanna Cepparello – è stata pensata per andare incontro a chi era abituato a parcheggiare lo scooter nel controviale per andare al mare». Già, perché nel controviale, dove si affacciano due stabilimenti balneari (più locali, circoli nautici e velici) prima dei lavori c’erano 290 posti per i motorini: lato viale Italia ne sono stati così ricavati circa 200. E i posti che mancano per far quadrare i conti? «Li recuperiamo – fa sapere l’assessora – nel parcheggino comunale che siamo pronti a riaprire in via della Bassata, subito dopo il liceo».

Curiosità: in parecchi avranno notato che nel frattempo, sempre in questo tratto del viale a mare, sul lato opposto della farmacia, è stato posizionato un cartello con la lettera P e la scritta “10 minuti”, per la sosta breve. «È il primo parcheggio pensato lì per fermarsi pochi minuti e ripartire, kiss and ride, ideale per chi magari deve scaricare la famiglia agli stabilimenti balneari». E poi andare a cercare un posto libero.

E qui si arriva al delicato capitolo dei parcheggi per le auto dei residenti e dei frequentatori del lungomare.

Delicato perché la pedonalizzazione del controviale ha portato alla cancellazione di almeno una settantina di stalli che si trovavano praticamente a pelo d’acqua. In più, come abbiamo appena spiegato, con l’arrivo dell’estate le auto non potranno più parcheggiare il pomeriggio nella nuova fila di sosta a striscia bianca ricavata sul viale Italia. Quindi?

Quindi il Comune ha detto più volte di voler recuperare un pacchetto di posti in due aree più interne, ma comunque vicine al comparto del lungomare. E maggio è ora il mese per farlo.

Cepparello fa così sapere che la prossima settimana partirà la pulizia di un pezzo del parcheggio gratuito dell’ex Atl, in via Forte dei Cavalleggeri, «dove saranno ricavati 40 posti auto in più». La novità è che «prima dell’estate apriamo il passaggio pedonale per entrare e uscire dal parcheggio passando direttamente da via Meyer».

«In contemporanea – tira le somme – nell’arco delle prossime due settimane saranno disegnati i 50 posti in via San Jacopo in Acquaviva, che contestualmente diventerà a senso unico». Si potrà entrare da via Montebello e procedere in direzione via Corsica, non viceversa.

Questo comporterà l’inversione del senso unico di marcia in via Goito (il primo tratto, lato via Montebello) e anche nella vicina via Ebat. «Questo ci consentirà di rendere anche più sicuro quel tratto dove si registrano molti incidenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA