Contenuto riservato agli abbonati

Raddoppiano le strisce rialzate, partono i cantieri sul viale Italia

Livorno, lavori fino a giugno: con i nuovi 5 attraversamenti pedonali sul lungomare si allarga anche il limite di velocità 30

LIVORNO. Partono sul viale Italia i lavori che porteranno da sei a undici gli attraversamenti pedonali rialzati. Le isole a strisce bianche e fondo color mattone, per intendersi, che nei mesi passati erano già state realizzate soprattutto nel secondo tratto (lato sud) del lungomare, con l’obiettivo dichiarato di proteggere chi attraversa la strada, costringere i mezzi a ridurre la velocità e provare a far scendere il numero di incidenti.

Questa volta ditte e operai incaricati dal Comune si concentreranno sulla prima metà del viale. L’ordinanza numero 2989 a firma del dirigente Luca Barsotti entrerà in vigore oggi e resterà valida per quasi un mese, fino al 10 giugno. Anche se è probabile – come riferisce l’assessora alla mobilità Giovanna Cepparello – che i cantieri entrino davvero nel vivo tra qualche giorno per poi concentrare i lavori soprattutto in una settimana, l’ultima di maggio «che vedrà anche la conclusione di gran parte degli interventi». L’assessora sembra insomma voler tranquillizzare chi comunque in questa fase, passando dal lungomare, dovrà fare i conti con una catena di cantieri.


Ma dove andranno gli ultimi cinque attraversamenti? In alcuni casi dove le strisce pedonali esistono già e quindi dovranno solo essere rialzate, in altri partendo da zero, in punti considerati critici o comunque molto attraversati. Da nord a sud del viale Italia, sono previsti all’altezza di via dei Mulinacci (strisce già esistenti, da rialzare, usate molto dagli studenti del liceo Enriques), all’altezza di via Meyer (nuove), tra la giostra e via Forte dei Cavalleggeri (anche in questo caso l’attraversamento c’è, va modificato), tra la yogurteria e la Terrazza (nuovo) e davanti all’ingresso dei bagni Pancaldi (già esistente e da rialzare).

I lavori dovrebbero partire proprio da piazza Modigliani, davanti ai Pancaldi, procedendo via via verso nord. Ma a ieri dal Comune hanno lasciato la porta aperta a eventuali modifiche in corsa al programma, perché a inizio giugno ci sarà Straborgo, la manifestazione con il cuore in piazza Mazzini, «e si proverà a modificare per tempo anche le strisce che si trovano in via D’Alesio».

Oltre ai lavori per completare gli attraversamenti sul viale Italia, sono infatti previsti due interventi in altrettante aree a ridosso del lungomare: tra piazza Mazzini e il centro commerciale di Porta a Mare, dove le strisce pedonali saranno rialzate e affiancate da segnali luminosi; e in piazza Luigi Orlando, davanti all’Astra, spesso teatro di incidenti anche gravi, dove le strisce non potranno diventare “isole” ma «saranno rese più visibili di notte grazie al materiale termoplastico» (in più saranno sistemate delle barriere lungo il marciapiede che è al centro della carreggiata per obbligare i pedoni ad attraversare sulle strisce bianche che in quel punto sono da sempre sfalsate).

Tornando al viale Italia, attenzione alle modifiche previste nei prossimi giorni al traffico per permettere l’avanzamento dei lavori. In generale, come si legge nell’ordinanza, in corrispondenza di ogni cantiere che si aprirà per realizzare gli attraversamenti sarà necessario procedere in senso unico alternato, regolato dal semaforo. Per il tempo necessario a completare di volta in volta gli interventi, si dovrà anche istituire divieti di sosta e spostare le fermate dei bus.

Una volta finiti i lavori, avvicinandosi alle nuove strisce si dovrà viaggiare a velocità ridotta. «Così – dice l’assessora – aumenterà la parte del viale con il limite di trenta chilometri orari. Dove questi attraversamenti sono già stati realizzati, nella seconda metà del lungomare, stiamo registrando una diminuzione degli incidenti, quindi andiamo avanti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA