Amianto alle Albertelli: «Rinvenuto in giardino,  ma nessun pericolo». Bonifica nel weekend

Genitori in allarme, preside e Comune rassicurano. Miranda: «Dalla prossima settimana il parco tornerà agibile».
Camici: "Analisi dell'aria effettuata: non ci sono fibre aerodisperse".



LIVORNO. Quei frammenti sospetti individuati nel giardino della scuola hanno subito fatto scattare l’allarme alle elementari Pilo Albertelli, nel quartiere Fabbricotti.


La dirigente del circolo Brin, Marianna Miranda segnala l’accaduto subito al Comune: i tecnici prontamente intervengono e in effetti quel materiale è riconducibile all’eternit.

Immediatamente il giardino viene interdetto, a scopo cautelativo i bambini non possono più usufruirne, in attesa che la ditta specializzata faccia un mirato intervento di bonifica. I lavori che dovevano essere fatti lo scorso fine settimana, ma a causa del maltempo sono stati rinviati di una settimana (saranno fatti oggi pomeriggio e domani mattina).

Intanto a scuola non sono pochi i genitori che si allarmano, che chiedono rassicurazioni e informazioni scrivendo anche al Tirreno. «Ci siamo subito presi carico della questione: ci tengo a sottolineare anche per rassicurare le famiglie, che non c’è alcun pericolo per i bambini e anche le analisi effettuate dai tecnici sull’aria dicono che non ci sono fibre aerodisperse», ci tiene a dire la vicesindaca Libera Camici. Nella stessa ottica di trasparenza e rassicurazione la preside aggiunge che «il giardino sarà agibile dalla fine della settimana prossima e comunque gli studenti sono andati a fare le attività in Villa Fabbricotti».

Rispetto alle operazioni di bonifica e di sopralluogo Camici entra nei dettagli: «Ogni passaggio è stato concertato con le autorità competenti, ovvero la Asl, la ditta specializzata e la scuola sempre informata: questo pomeriggio e domani mattina con l’ausilio di un escavatore sarà decorticata la parte superficiale per rimuovere tutto. La bonifica deve essere effettuata quando non sono presenti né bambini né personale scolastico a scuola».

La bonifica è stata posticipata di una settimana a causa del maltempo. «Tutto è assolutamente sotto controllo – e ribadisce – Ci tengo a dire alle famiglie che se avessimo avuto anche un piccolissimo sentore di pericolo per gli studenti e per tutto quel mondo scolastico, in via cautelativa la scuola sarebbe stata chiusa».

Tutte le analisi effettuate, il piano di caratterizzazione, i sopralluoghi effettuati dal Comune. «La dirigente è sempre stata informata di tutto e lei a sua volta ha informato le famiglie», continua Camici. E la preside Miranda conferma: «La bonifica si concluderà a breve, le famiglie sono sempre state informate e sempre nella massima trasparenza invierò il verbale della ditta a tutti i rappresentanti di classe, come da precedente comunicazione, attraverso il referente di plesso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA