A Livorno record di contagi-baby fino a 4 anni. Oltre mille in appena venti giorni

Vaccinazioni per bambini da 5 a 11 anni: da domani anche senza prenotazione, ecco dove e quando 

livorno. La buona notizia dell’ultimo report sull’emergenza coronavirus sta nel fatto che i ricoverati per via del Covid nell’ospedale livornese sono tornati sotto quota cento: 90 quelli meno gravi, 9 in terapia intensiva. Ma il bollettino pubblicato sulla pagina Telegram dal presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, dice anche qualcos’altro che non suona bene: 864 i nuovi contagiati “fotografati” ieri entro i confini di Livorno città. Questo significa che nell’ultimo mese sono risultati positivi appena meno di 16mila abitanti della nostra città. Come dire: più di uno livornese su dieci. E non dall’inizio della pandemia ma, lo ripetiamo, nell’ultimo mese. E nell’andamento dal 26 gennaio a ieri, l’ultima settimana mostra 4.994 casi positivi mentre la prima poco più di 2mila (con uno standard che adesso è di 715 casi al giorno che sono ben più del doppio dei meno di 300 di poche settimane fa).

Che il dato di ieri non sia da salutare con favore lo dice anche il rapporto con quel che è accaduto nel resto della Toscana: ieri Livorno città ha visto una tale percentuale di contagi in rapporto al numero di abitanti (553 ogni 100mila) da farne in tutta la Toscana il caso più problematico fra tutti i municipi al di sopra dei 20mila abitanti. Non solo: l’altro ieri il dato era assai più basso come numero assoluto (412) ma, fra i Comuni con almeno 20mila abitanti, peggio di noi in tutta la regione facevano solo Campi Bisenzio e Quarrata.


Di più: se guardiamo a quel che succede a Collesalvetti, vediamo che i contagi in appena 24 ore sono stati 116. Con uno standard in rapporto alla popolazione, che è peggio di Livorno per il 27%. In concreto: ieri non c’è stato un territorio comunale che se la sia vista brutta più di Colle in tutta la Toscana fra i borghi con più di 10mila abitanti.

Ma dentro le pieghe delle statistiche sanitarie si può cogliere un aspetto: nella nostra provincia sono 1.035 i bambini contagiati dal Covid fino a 4 anni negli ultimi venti giorni. Sia chiaro, è una quota largamente minoritaria e non c’è motivo di allarmarsi: sta di fatto, tuttavia, che se rispetto al totale dei casi positivi prendiamo in esame la percentuale dei bambini fino a 4 anni, in provincia di Livorno rimaniamo ben al di sopra della media regionale per ciascuno degli ultimi 20 giorni. E se nella prima metà di gennaio era non di rado attestata al 3-4% del totale dei contagiati, adesso si è alzata un po’ ovunque ma nel resto della Toscana è al di sotto del 5% (salvo due giorni), qui da noi nel report dell’altro ieri era al 7% e comunque negli ultimi dieci giorni ha per sette volte raggiunto quantomeno il 6%.

Cresce dunque l’attenzione ai più piccoli, ed è per questo che l’Asl mette in pista una campagna straordinaria di vaccinazione pediatrica: «Un mese con accesso libero per il vaccino ai bambini dai 5 agli 11 anni» a partire da domani fino al 27 febbraio, aprendo nelle proprie sedi vaccinali alcune «finestre orarie durante le quali sarà possibile accedere liberamente, senza prenotazione, per far fare ai propri figli la prima o la seconda dose di vaccino pediatrico».

Dove e quando? Ecco le sedi e gli orari dell'accesso libero.

Da domani accesso libero alla vaccinazione pediatrica al Modigliani Forum di Porta a Terra tutti i giorni in orario 8-13 e 14-19; all’ospedale di Piombino nei giorni 27, 28 e 30 gennaio, e 1, 2, 4, 5, 6, 8, 10, 14, 15 16, 19, 21 e 24 febbraio in orario 14-17.

Dal 31 gennaio aperta a accesso libero anche la sede vaccinale dell'ospedale di Cecina: i giorni 31 gennaio e 1, 3, 5, 6, 7, 8, 10, 14, 15, 16, 20, 23 e 25 febbraio in orario 14-17.

© RIPRODUZIONE RISERVATA