Contenuto riservato agli abbonati

Dopo 743 giorni l’Asl sistema il dopo Viti. Ecco chi sono i favoriti per dirigere la Chirurgia

Livorno: dopo 743 giorni dal pensionamento di Maurizio Viti oggi è andato finalmente in scena il concorso per assegnare il primariato della Chirurgia Generale degli Spedali Riuniti

LIVORNO. Dopo 743 giorni dal pensionamento di Maurizio Viti oggi, 13 gennaio, è andato finalmente in scena il concorso per assegnare il primariato della Chirurgia Generale degli Spedali Riuniti.In questi mesi ci sono state polemiche sui tempi infiniti con cui Estar e Asl si sono mosse per dare una guida al reparto. E altre polemiche sono nate per il fatto che fosse stato messo avanti il concorso per il medesimo posto a Massa, con la partecipazione di alcuni tra i migliori candidati per il 6° padiglione, il che ne avrebbe potenzialmente escluso uno dal ventaglio di viale Alfieri.Alla fine però il direttore generale dell'Asl Letizia Casani ha scelto per Massa il dottor Francesco Di Marzo, che non era candidato a Livorno.

E così, potenzialmente, il concorso di oggi ha visto tutti i migliori ai nastri di partenza. In particolare, tra quelli conosciuti (in quanto provenienti dal territorio) vanno ricordati quattro nomi: Andrea Carobbi (pistoiese, 62 anni, cresciuto alla scuola del professor Franco Mosca, specializzato in Chirurgia Generale e in Chirurgia dell'Apparato Digerente, esperto di chirurgia mini-invasiva, primario a Lucca dal 2008 e da due anni reggente a Livorno), Aurelio Costa (58 anni, primario della Chirurgia dell'ospedale Lotti di Pontedera, anche lui allievo di Mosca e specialista in chirurgia mini-invasiva), Orlando Goletti (61 anni, viareggino, dal 2016, direttore, prima di Costa, della Chirurgia a Pontedera e poi della chirurgia Generale Oncologica e Mininvasiva dell'Humanitas Gavazzeni di Bergamo) e Christian Galatioto (56 anni pisano, in forza alla Chirurgia d'Urgenza Universitaria di Cisanello).Galatioto è risultato il primo classificato al concorso di Massa (con 68 punti), davanti a Di Marzo (66) e Goletti (63), ma come dicevamo Casani ha deciso di nominare primario del presidio apuano Francesco Di Marzo. Rimettendo di conseguenza Galatioto in corsa per Livorno.

Tra gli altri aspiranti figurano anche Fabio Crescenti, siciliano, classe 1963, attualmente primario della Chirurgia dell'ospedale di Patti (Messina), dove è arrivato due anni fa dopo una lunga esperienza all'estero, Aldo Guadagni (59 anni di Lerici), chirurgo all'ospedale di Massa, Geri Fratini (48 anni di Milano), chirurgo all'ospedale Versilia e il livornese Gianluca Scotto (51 anni) dell'equipe di Chirurgia degli Spedali Riuniti.Quale terna uscirà dal giudizio della commissione su curriculum e colloqui? E all'interno della terna chi sceglierà la direttrice generale? Ma una domanda precedente va fatta: si presenteranno tutti i candidati? A Massa non si presentò Costa. Entro domani conosceremo la terna dopo di che la Casani dovrà chiudere velocemente il cerchio in modo da dare un primario alla principale Chirurgia di tutta l'Asl e a uno dei reparti clou dell'ospedale.