La Pubblica assistenza di Collesalvetti festeggia i suoi 12 nuovi soccorritori avanzati - I nomi

I 12 nuovi volontari con il grado di soccorritore avanzato

Nonostante la pandemia il corso di 95 ore è arrivato a conclusione e tutti insieme, i volontari, sono andati a mangiare al ristorante

COLLESALVETTI. Dopo 95 ore di lezioni – un corso sia teorico che pratico, quindi in aula e sulle ambulanze insieme ai medici del 118 – 12 volontari colligiani hanno superato il corso per diventare soccorritore di livello avanzato. Un requisito indispensabile quando bisogna svolgere il servizio di emergenza-urgenza, infatti, è proprio la presenza di almeno un volontario con queste caratteristiche: il livello avanzato. Il corso si è tenuto nei mesi scorsi ed è stato rallentato dall’emergenza Covid-19. Nonostante la pandemia, tuttavia, si è concluso con successo.

La cerimonia di consegna degli attestati, organizzata dalla Pubblica assistenza di Collesalvetti guidata dal presidente Stefano Gambino, si è tenuta nei giorni scorsi al ristorante “Il Crapulone”, in via Vallicella a Fauglia (provincia di Pisa), al termine di una cena conviviale offerta dall’associazione. «La Pubblica Assistenza di Collesalvetti – scrive – è grata a questi giovani che entrano a far parte delle squadre di primo soccorso e ai formatori che con abnegazione li hanno preparati portandoli a risultati veramente eccellenti».


A ottenere la nomina Stefano Caldelli, Marco Cannistraro, Valeria Cecconi, Luca Formiconi, Giacomo Francia, Giovanni Gambino, Alessia Lugli, Carlo Maria Mancini, Maurizio Marconi, Leonardo Melosi, Samuele Romoli e Mattia Tani. A loro le congratulazioni del direttivo dell’associazione di via Roma.