Pronto intevento per buche, verde incolto e panchine rotte. 23 problemi risolti su 28 segnalazioni

Nella foto a sinistra la Cooperativa Il Carro ad Antignano, a destra via Belgio: lamentele per il verde incolto arrivate al Comune il 31 ottobre

"SegnalaLi", il filo diretto tra cittadini e Comune, funziona. Il sindaco: "Buoni risultati"

Paletti divelti in via Fiume: i cittadini segnalano il problema il 2 novembre, la squadra comunale interviene prontamente e il 9 tutto è risolto. E ancora Terrazza Mascagni, lastra staccata sugli scalini: il 31 di ottobre si chiede al Comune di intervenire e il 9 novembre il problema è risolto. Gli esempi di “pronto intervento” sui cosiddetti problemi della porta accanto, del quotidiano, sono tanti. Il 30 di ottobre è partito il nuovo servizio comunale “SegnalaLi”: in quasi un mese sono 28 le segnalazioni fatte tra buche, caditoie da pulire, panchine rotte e disagi legati al decoro: 23 gli interventi effettuati e 5 sono in corso.

Da fine ottobre quindi i cittadini che vedono qualcosa che non va, invece di limitarsi al lamento o peggio ancora girare la testa dall’altra parte, lo segnalano al Comune che, a sua volta, in tempi rapidi interviene. Sono questi gli ingredienti vincenti di SegnalaLi.


«Nel giugno scorso commentando i due anni di mandato avevo sottolineato come sul fronte del decoro e della manutenzione avrei voluto vedere un cambio di passo marcato. Gli uffici comunali hanno iniziato un lavoro puntuale attivando centinaia di interventi e dal 30 ottobre, quando si è messo in moto il nuovo progetto “Segnalali”, lo scenario è stato completato con una organizzazione che ci consente di accogliere le segnalazioni dei cittadini e attivare le nostre squadre per dare risposte il più possibile veloci e incisive», tira un primo bilancio, con soddisfazione, il sindaco Luca Salvetti.

Il progetto “SegnalaLi” , infatti, è stato fortemente voluto dal primo cittadino e dallo Staff di Città Sicura. L’obiettivo? Quello di rispondere alle segnalazioni dei cittadini che hanno a che fare con il decoro urbano e che possono essere risolte con un pronto intervento. Capita dappertutto e dunque anche a Livorno che è una città di medie dimensioni: sparsi qua e là nei vari quartieri ci sono da sempre, infatti, una serie di piccoli problemi, di piccoli disagi, di piccoli scempi, di piccoli disservizi che, se sommati tutti insieme , possono incidere negativamente sulla qualità della vita dei residenti.

Purtroppo, queste “piccole cose” sfuggono spesso all’attenzione di chi amministra e allo sguardo di chi controlla – una piccola buca, una stradina assediata dalle sterpaglie, una marciapiede un po’ sconnesso, un lampione danneggiato, etc. – ma ognuna di loro può rappresentare un attentato al decoro e alla sicurezza. Come fare per dare una soluzione almeno parziale a questa situazione che affligge la nostra come tante altre città?

Ci vuole che con un pizzico di umiltà i governanti ammettano di “non poter sapere tutto”, mentre dall’altra parte i governati – cioè i cittadini – si facciano parte responsabile nella tutela della cosa pubblica. Insomma, serve un patto di assunzione di responsabilità tra governo locale e cittadini: a Livorno questo tentativo è stato fatto con “SegnalaLi”e i primi risultati sono più che soddisfacenti.

«Dal 30 ottobre che è partito il progetto a oggi – va nei dettagli l’assessora ai Lavori Pubblici Silvia Viviani – sono state 28 le segnalazioni e, 23 sono state prontamente risolte e 5 sono in corso di intervento: il bilancio è veramente buono».

La squadra di pronto intervento che ha avuto l’incarico, ovvero la cooperativa agricola Il Carro, è formata da 8 persone, con due mezzi, più un risciò elettrico brandizzato fornito dal Comune. «La cooperativa dialoga costantemente con la struttura amministrativa che tramite l’ufficio SegnalaLi riceve la segnalazione dei cittadini: qui capiamo se si tratta di problematiche da risolvere con il pronto intervento – continua ancora Viviani – Quando serve coinvolgiamo anche Aamps e la Polizia municipale». Tra i problemi segnalati e risolti dopo una manciata di giorni dagli operatori di SegnalaLi una buca transennata da mesi in via delle Siepi e un cartello sbiadito Ztl: i disagi sono stati segnalati il 30 ottobre e l’8 novembre la situazione è stata ripristinata a dovere. E ancora un tombino divelto in piazza Dante: pericolo messo in evidenza il 31 ottobre e il 9 di novembre è stato risolto.

Più recente la segnalazione del 1 di novembre di decoro da ripristinare in via di Collinet: dopo 15 giorni manutenzione fatta. I disagi della porta accanto vengono segnalati da tutti i quartieri. «La tappa successiva è quella di analizzare le segnalazioni, archiviarle per tipologia delle problematiche – e chiude Viviani – La manutenzione della città è un’azione continuativa che serve per riparare guasti e disagi più o meno piccoli, diversi, diffusi. Abbiamo scelto di costituire un servizio apposito perché nelle attività di manutenzione ordinaria e straordinaria che sono in capo ai lavori pubblici questo tipo di situazioni veniva inserito -peraltro correttamente- nella programmazione e spesso si doveva constatare che il tempo per intervenire era troppo lungo. SegnalaLi nasce proprio per agire con immediatezza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA