I detenuti di Gorgona donano un giorno di paga ai ragazzi de Ca' Moro

Il Ca' Moro affondato (foto Daniele Stefanini/Silvi)

Livorno, continua la solidarietà dopo l'affondamento del ristorante. Il direttore del carcere Carlo Mazzerbo: "Orgoglioso di loro"

LIVORNO. Un giorno di paga donato ai ragazzi del Ca’ Moro, rimasti senza il loro ristorante galleggiante a causa dell’affondamento della barca davanti ai Quattro Mori. Un gesto spontaneo, quello giunto dalla colonia penale agricola di Gorgona, che l’estate scorsa li aveva conosciuti durante una lezione di teatro, apprezzandoli. Il bonifico – di oltre duemila euro – partirà nei prossimi giorni, con il direttore della cooperativa sociale Parco del Mulino che è stato avvisato ieri dal direttore del carcere delle Sughere, sotto cui ricade anche l’amministrazione dell’isola, Carlo Mazzerbo. «Personalmente – dice – sono orgoglioso dei nostri detenuti. Il loro sentirsi cittadini li ha spinti verso questo gesto. Uno di loro, così mi ha confidato, era rimasto stupido nel vedere la barca in quelle condizioni una volta tornato a Livorno con la motovedetta».