Operaio di 30 anni si lesiona una gamba con la pistola a idrogetto

Un'ambulanza della Croce rossa italiana (foto d'archivio)

Livorno: infortunio sul lavoro all'interno del varco Valessini, in porto. L'uomo è stato soccorso da un'ambulanza della Croce rossa e non è grave

LIVORNO. Si è ferito a una coscia procurandosi una lesione di circa 20 centimetri fino a sopra il ginocchio, mentre stava lavorando in un cantiere all’interno del varco Valessini, in via Pisa. Incidente sul lavoro, poco dopo le 15 di martedì 12 ottobre, nell’area portuale per un operaio livornese di 30 anni.

L’uomo – secondo una prima ricostruzione – stava operando con una pistola a idrogetto, di quelle che “sparano” acqua ad altissima pressione, quando per motivi ancora da accertare ne ha perso la presa e si è colpito accidentalmente alla coscia. A soccorrerlo, sentendo le sue urla di dolore, sono stati i colleghi di lavoro, accorsi immediatamente. Dopodiché, avvertito il 112, è intervenuta un’ambulanza della Croce rossa italiana, con a bordo i volontari partiti da via Lamarmora.


L’operaio è stato portato nella shock room del pronto soccorso e – secondo quanto appreso – le sue condizioni fortunatamente non sarebbero gravi.