«Pericolo per la sicurezza»: chiuso il bar “Moro City”

Il bar Moro City dopo la chiusura (foto Daniele Stefanini/Silvi)

Il questore Roberto Massucci ha imposto lo stop all’attività per sette giorni. Domenica scorsa si è verificata una lite fra due stranieri

LIVORNO. Il questore chiude per motivi di ordine pubblico il bar “Moro City” di piazza della Repubblica. Ieri pomeriggio, poco prima delle 17.30, gli agenti della polizia di Stato hanno notificato il provvedimento al titolare dell’attività commerciale, che non potrà aprire per i successivi sette giorni. «Locale chiuso su disposizione del questore di Livorno», si legge nel foglio A4, appeso dentro una busta trasparente proprio alla vetrata del locale, al civico 39/B.

La caffetteria – spiega la questura – «è stata teatro di un’accesa lite, degenerata in una colluttazione, avvenuta tra due cittadini peruviani nel pomeriggio del 19 settembre scorso, rilevata dalla volante in transito nell’indifferenza generale in cui nessuno ha chiesto l’intervento delle forze dell’ordine». Oltre i casi indicati dalla legge – si legge nel testo – il questore può sospendere la licenza di un esercizio, anche di vicinato, nel quale siano avvenuti tumulti o gravi disordini, o che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l'ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini».


Il provvedimento – scrive la questura – «è stato adottato a seguito dei numerosi controlli effettuati da parte delle forze di polizia che, tra gli avventori del locale, hanno identificato diversi soggetti pregiudicati, prevalentemente per reati contro il patrimonio e la persona nonché in materia di sostanze stupefacenti o connessi all’abuso di sostanze alcoliche». Il bar, conclude la polizia, «costituisce pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica».


© RIPRODUZIONE RISERVATA