Debito di 280 mila euro con il centro Coni di Tirrenia, il Livorno calcio sgombera gli uffici

Il contratto scadeva il 30 giugno e non è stato rinnovato. Ora la società ha due fatture scoperte: quella per la costruzione del campo e quella per l'affitto degli spazi 

livorno. Per anni il centro Coni di Tirrenia è stata la casa del Livorno calcio: preparazione, allenamenti, ritiri. Addirittura la partenza per un derby contro il Pisa con i tifosi che scortavano il pullman in motorino. Ma anche questa storia dentro la storia amaranto è arrivata al capolinea. Il contratto scaduto il 30 giugno scorso, infatti, non è stato rinnovato e ieri i dipedendeti del Livorno calcio hanno ultimato lo sgombero di tutto il materiale che era ancora all’interno della struttura: macchinari, reti, abbigliamento. Ma la separazione tra il centro Coni e l’As Livorno calcio rischia di avere degli strascichi legali. Infatti secondo i contratti stipulati negli ultimi due anni: stagione 2019-2020 e 2020-2021, la società amaranto risulta morosa per una cifra complessiva di 280 mila euro.

Per ricostruire il debito e la sua genesi, è necessario tornare al primo luglio di due anni fa quando la società stipula – come sempre – un contratto fino al 30 giugno successivo. La somma è da versare è di cento mila euro per l’uso delle strutture e della palestra. In quella occasione però le due parti decidono di aggiungere una postilla: il Livorno calcio si occuperà di finanziare la realizzazione di un secondo campo di calcio – costo 300 mila euro – e questa cifra sarà detratta dall’affitto più i costi di ristorazione e pernottamento di giocatori e tecnici. Il primo anno l’As Livorno paga 150 mila euro alla ditta che si è occupata della costruzione del campo e il conto risulta in pareggio.


Quest’anno invece la società non avrebbe pagato l’altra metà dei trecento mila euro che avrebbe permesso di coprire sia i cento mila euro di affitto più i trenta di pasti e camere. Risultato? Adesso il Livorno calcio si trova due fatture da pagare: una di 150 mila euro per i lavori al campo e 130 mila per l’affitto più le spese extra sostenute dalla squadra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA