Covid, due under 30 ricoverati all'ospedale di Livorno

L’iniziativa per sensibilizzare i giovani sulla vaccinazione di Regione e Asl con la Svs (Foto stefanini/ silvi)

In totale sono 16 i pazienti in ospedale per il virus, due in terapia intensiva. Ecco tutti i dati 

LIVORNO. Sono 16 i ricoverati per Covid-19 all’ospedale di Livorno. Due tra questi sono attualmente in terapia intensiva. Tra gli ospedalizzati per il virus (non in terapia intensiva, specifichiamo), ci sono anche due giovani under 30. Un dato, aggiornato alla giornata di martedì 3 luglio che mette ancora di più in guardia. La “guerra”, come in tanti hanno definito quella contro la pandemia prendendo in prestito il dizionario bellico, non è finita e bisogna ancora tenere duro e prestare attenzione. Usl Toscana nord ovest non ci ha fornito il dato disaggregato per quanto riguarda il capitolo vaccinazioni sugli ospedalizzati livornesi. Non sappiamo dunque se tra i ricoverati ci sono persone già vaccinate (con una o con due dosi). I ricoverati però sono quasi triplicati in una manciata di giorni (erano sei giovedì scorso).

Nuovi casi
Tornando ai numeri del consueto punto di Usl, in provincia i nuovi casi giornalieri, aggiornati a ieri, sono stati 38. Un dato così suddiviso, nel dettaglio: 26 a Livorno, 4 a Piombino, 3 a Cecina, altrettanti a Collesalvetti, uno a Campo nell’Elba e un altro a Campiglia. Numeri che si inseriscono nel panorama regionale che ieri ha registrato 326 nuovi casi (317 confermati con tampone molecolare e 9 da test rapido antigenico) e nessun decesso. Stringendo poi il focus nuovamente sulla provincia livornese, da martedì 27 luglio a lunedì scorso sono stati 289 i nuovi casi di positività, di cui 267 nel Comune di Livorno. I tamponi eseguiti, dettaglia il report di Usl , 1.779; 33 le guarigioni nel medesimo periodo. Un altro dato da tener d’occhio: il 63 per cento dei nuovi positivi (181, per la precisione) è under 35 anni.

Vaccinazioni
In provincia sono state effettuate 105.979 prime dosi e 87.863 cicli completi. Il 64,9 per cento dei livornesi ha ricevuto almeno una dose. Età e percentuali sono direttamente proporzionali. I vaccinati, con almeno una dose, over 80, sono l’88,9 per cento che scende all’85,6 per cento nella fascia che va dai 70 ai 79 anni e all’80,7 per cento dai 60 a 69 anni. Si scende ancora sensibilmente – 69,6 per cento – tra 50-59 anni; dai 40 ai 49 anni la percentuale è del 61,2 per cento, per arrivare tra i 30 e 39 anni al 49,3 per cento. Sempre sopra il 40 per cento (41,1) la fascia dei 20-29enni; la percentuale è pronta a dimezzarsi però dai 12 ai 19 anni (21,3 per cento).