Bagnanti al mare a Calignaia anche nell’area transennata

Le transenne sono state sistemate dopo che sono caduti alcuni calcinacci dal ponte

LIVORNO. Le transenne che delimitano le aree a rischio caduta calcinacci giù dal ponte ci sono dall’altro ieri. Tipo la parte a nord della baia. Sono ben visibili sulla spiaggia di Calignaia e chiaramente si capisce che sono state messe per tutelare l’incolumità dei bagnanti. Eppure quel che sembra scontato evidentemente per qualcuno non lo è. A rischio di prendersi in testa quel che potrebbe cadere giù, come è accaduto nei giorni scorsi. Il risultato è che in diversi, ieri, hanno scelto di stendere l’asciugamano e godersi una giornata di mare proprio nell’area vietata (quella più a nord) per ragioni di sicurezza. «L’hanno scambiata per un’area vip», è ironia amara quella che arriva da alcuni frequentatori della bella baia sul Romito che rispettano i divieti. È anche la stessa comandante del corpo della polizia municipale, Annalisa Maritan, a sollecitare i bagnanti al rispetto dei divieti. «Ieri a fine mattinata siamo andati a fare i controlli e non abbiamo fatto multe», fa sapere. I controlli, quindi, ci sono e ci saranno. Perché il pericolo è reale. L’ altro ieri, infatti, a seguito della caduta di calcinacci e di parti di copriferro delle travi giù dal ponte di Calignaia, è stata interdetta la discesa a mare lato nord e transennata una parte della baia per ragioni di sicurezza. Sono subito intervenuti dall’ufficio di protezione civile e demanio, con i vigili del fuoco tramite la squadra Saf - speleo, alpina, fluviale - e l’Anas per verificare le condizioni dell’arcata. Annalisa Maritan rinnova ai bagnanti l’appello a rispettare i divieti per evitare possibili incidenti.