Contenuto riservato agli abbonati

Esselunga a Livorno assume altro personale: caccia a coiffeur e farmacista, come candidarsi

Quali sono i requisiti richiesti per lavorare in questi servizi. A chi deve rivolgersi chi è interessato e vuol farsi avanti

LIVORNO. Il nuovo punto vendita di Esselunga all’ex Fiat sul viale Petrarca ha già adesso al lavoro 191 addetti, dei quali 156 neoassunti in sede locale. Ma per servizi come la parafarmacia e la profumeria il supermercato va in cerca di ulteriore personale: farmacisti e parrucchieri.

Gli interessanti possono farsi avanti tramite il sito del “lavora con noi” di questo gruppo della grande distribuzione (all’indirizzo www.esselungajob.it).

FARMACISTA. Si tratta di assistere la clientela sul fronte dei prodotti “Otc” (cioè i farmaci di automedicazione o da banco), “Sop” (senza obbligo di prescrizione medica), gli integratori oppure prodotti omeopatici e dermocosmesi. Stiamo parlando di un contratto a tempo indeterminato.

Quali sono i requisiti richiesti? 1) laurea in farmacia o in chimica e tecnologie farmaceutiche; 2) iscrizione all'albo dei farmacisti; 3) possesso di patente auto. A questo si aggiungono una serie di caratteristiche personali: riguardano «la predisposizione alla relazione con la clientela, la motivazione all'aggiornamento continuo, l’etica professionale (ottima conoscenza e osservanza del codice deontologico), la capacità di “team working”, la flessibilità e disponibilità oraria».

Il reclutamento di farmacisti non è qualcosa di specificamente limitato a Livorno: oltre che in Toscana, le posizioni sono aperte in Lombardia, in Veneto, nel Lazio, in Piemonte e in Emilia Romagna.

COIFFEUR. È una posizione relativa alla catena di profumerie “EsserBella” presente nel punto vendita Esselunga a Livorno così come in molte altre realtà del marchio: si tratta di servizi riguardanti la cura dei capelli, della pelle, delle unghie, del make up. In particolare per il caso di Livorno, la ricerca di personale attiene al servizio di parrucchiere.

Esselunga sottolinea che in questo caso è messo in preventivo un periodo di «iniziale affiancamento per adeguare le competenze già acquisite agli standard aziendali», al quale si somma «la partecipazione a corsi di aggiornamento (attività d'aula, formazione sul campo con professionisti del settore)» per arrivare a «fornire gli strumenti necessari ad un'autonoma gestione di tutte le attività proprie del ruolo di coiffeur». Quali sono le caratteristiche chieste ai candidati? «Qualifica triennale abilitante alla professione di acconciatore, esperienza significativa maturata all'interno di negozi modernamente organizzati, esperienza nel taglio, piega e colore». A questo vanno aggiunte doti personali riguardanti «predisposizione alla relazione con la clientela, attitudine all'ascolto, senso dell'estetica, team working, flessibilità e disponibilità oraria in base alle esigenze organizzative». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA