Contenuto riservato agli abbonati

Mille posti auto, ventuno casse, bar e ristoro. Viaggio in anteprima dentro l'Esselunga di Livorno 

Le prime foto dell’interno dell’Esselunga di viale Petrarca, che aprirà mercoledì 28 luglio

Pavimenti in stile graniglia tra gli scaffali che si stanno riempiendo, il 28 l’apertura: ci lavoreranno 160 persone

LIVORNO. La grande ala d’acciaio lunga cento metri, sorretta da 24 piloni, è ormai completamente rivestita dalla pannellatura bianca. Il conto alla rovescia finale è cominciato e gli operai sono al lavoro per sistemare gli ultimi ritocchi visto che tra meno di sette giorni, mercoledì 28 luglio, come aveva anticipato Il Tirreno un mese fa, il primo supermercato Esselunga di Livorno aprirà alla città.

In facciata, dopo le prove luci, l’insegna “Superstore” che campeggia sotto l’enorme porticato in prossimità dell’ingresso principale è stata subito coperta in attesa dell’inaugurazione, mentre nei giorni scorsi è comparso uno stendardo che indica la data fatidica “Apertura mercoledì 28 luglio”. Sul lato di via Torino invece si sta completando la composizione dell’altra insegna, a caratteri cubitali, che caratterizzerà il supermercato livornese: “Esselunga di Viale Petrarca”.


BAR E RISTORO

Dall’elegante doppia scalinata di accesso, rifinita anch’essa in pietra serena, si sbuca all’interno della hall dove i lavori ormai sono quasi completati. Appena entrati a sinistra quasi di fronte alla profumeria, si incontra la panetteria e lievemente sulla destra ci si trova di fronte al bancone del bar Atlantic – la cui insegna gigantesca si nota da qualche giorno anche pasando lungo il viale Petrarca –, che comprende anche un’area ristoro, la quale si affaccia sul giardino sotto la pensilina dell’ingresso principale.

Da qui, calpestando un pavimento lucidatissimo, nonostante i lavori siano ancora in corso, e realizzato a mattonelloni quadrati (che ricorda un po’ i vecchi pavimenti in graniglia di inizio Novecento), si sbuca nella pancia della sala principale.

21 CASSE

La sfilza delle 21 casse servite e la disposizione dei filari di scaffali già “apparecchiati”, che vanno già riempiendosi di prodotti, danno la misura della dimensione della struttura in cui lavoreranno all’incirca 160 nuovi assunti, molti dei quali sono già all’opera per la sistemazione della merce in vendita. Guardando oltre le casse, quasi al centro del salone campeggia il castello della gastronomia, e proseguendo verso la parte posteriore del superstore si notano la grande macelleria, con le lavorazioni a vista, e la pescheria.

Sempre nella parte posteriore del negozio, a fianco della pescheria, è stato ricavato un ampio e raffinato spazio rettangolare in cui è ospitata la cantina con i vini e i liquori.

IL PARCO

Tutto intorno nel frattempo, in attesa che spunti il prato, sta prendendo forma il parco che circonderà l’edificio. Dalla doppia scala di accesso al negozio sul viale Petrarca, che taglia a metà la collinetta artificiale realizzata sul prospetto principale si vedono i giardinieri all’opera per ultimare anche qui la sistemazione del verde.

Gli alberi sono già tutti in posa: i 12 lecci e 6 cipressi sugli ingressi laterali al posteggio sotterraneo su due livelli da quasi mille posti auto, fanno da cornice alla ventina di melograni piazzati davanti alla facciata. Poi i platani, tra marciapiede e viale, a fare ombra alla panchina in pietra serena che circonda gran parte del perimetro e una trentina piante di osmanto formano già una bella siepe sempreverde su via Torino.

IL MAXI GARAGE

Ultimi ritocchi infine anche ai parcheggi interrati, uno blu e l’altro giallo, da 960 posti complessivi, che sono raggiungibili da via Torino e via Ferraris con due rampe a doppia corsia. Sulla via Ferraris campeggia già il cartello di benvenuto ai due piani interrati “meno uno” e “meno due”. Dai posteggi si accede quindi direttamente al negozio tramite gli ascensori laterali e due imponenti scalinate mobili centrali.

VIALE PETRARCA

Per finire, anche i nuovi assetti viari realizzati da Esselunga, e già ampiamente utilizzati, sono stati completati insieme alle relative opere di urbanizzazione, in attesa ora che il Comune faccia partire l’accensione definitiva degli impianti semaforici aggiuntivi sul viale Petrarca. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA