Contenuto riservato agli abbonati

Vaccini in farmacia a Livorno, ecco dove si fanno: via dal 21 giugno ma non tutti sono pronti

Corsi di formazione, tutor, ordini e prenotazioni: all’inizio non più di 15 dosi settimanali per chi ha tra i 60 e i 79 anni

LIVORNO. Già partite a Firenze, le vaccinazioni nelle farmacie livornesi cominceranno dal 21 giugno prossimo. E probabilmente non inizieranno in tutte le farmacie. Alcune sono già pronte ed attrezzate, altre devono farlo. Anche perché gli ultimi protocolli operativi sono di pochi giorni fa. Intanto va detto che non interesseranno tutti, ma la fascia di età compresa fra 60 e 79 anni. Persone che non soffrono di particolari patologie. E che probabilmente in una prima fase il personale della farmacia che ha concluso i corsi di preparazione sarà affiancato da tutor (medici e/o infermieri).

LE PRIME ADESIONI

Ecco il primo elenco provvisorio di farmacie che hanno dato l’adesione e che hanno comunicato l’ok al presidente provinciale di Federfarma il dottor Marco Viti. Lo stesso tiene a sottolineare che questa è una prima adesione, potrebbero aggiungersi altre farmacie come altre che in un primo momento avevano assicurato l’adesione potranno rinunciare. Anche perché - fanno sapere alcuni farmacisti- le pratiche burocratiche sono numerose ed i protocolli da rispettare molto stringenti e non tutti hanno spazi adeguati per la somministrazione delle dosi. A Livorno hanno aderito: Lazzerini Scali del Pontino, Farmacia di Colline piazza Damiano Chiesa, farmacia Montenero di via delle Pianacce, Galeno via Grande 62, Pellini via Grande 61, Grossi di piazza Grande, San Jacopo in viale Italia, Farmacia Centrale via de Larderel, Miliardi di Quercianella, farmacia del Corallo di viale Carducci A Cecina Vinchesi & Centrale in via Pasubio, Bertelli in piazza Guerrazzi, Sanacura in via dell’Industria. A Rosignano: Nuova in via Aurelia, Bemporad in via Gramsci, Michetti in via della Repubblica. In Val di Cornia: Bracci via don Minzoni Suvereto, Rive degli Etruschi viale dell’Etruria Populonia, Biagi via Indipendenza Venturina. All’Isola D’Elba: Farmacia Lazzeri di Capoliveri, Giusti di Porto Azzurro, Magi di Rio

PARLANO I FARMACISTI

Tra chi è già pronto per partire c’è la farmacia Farneti di viale Carducci. Il titolare spiega che il vaccino che somministreranno sarà principalmente il Johnson&Johnson e che le dosi saranno riservate alla fascia di età 60-79 anni senza fragilità. Questo vaccino del resto è tra più facili da conservare utilizzando gli strumenti già presenti all’interno delle farmacie. Inoltre, essendo il vaccino Johnson&Johnson monodose, sarà più facile gestire le prenotazioni, senza appuntamenti per la seconda dose. Il personale della farmacia Farneti è stato formato seguendo i corsi e da domani all’interno dei locali saranno distribuite informazioni su cosa fare e come prenotare. «Bisognerà raccogliere almeno cinque adesioni prima di richiedere le dosi», spiega il dottor Farneti. «Per cui se comincio lunedì martedì della settimana successiva avremo i vaccini e potremo iniziare». Ma non tutti sono già attrezzati. Anche le farmacie comunali di Farma Li hanno aderito alla campagna ma – come spiega la dott.sa Susanna Fornai, direttrice generale – delle quattro individuate saranno sicuramente due quelle che partiranno per prime che sono la farmacia appena ristrutturata di via Grande e quella della Rosa. «Gli ultimi protocolli sono arrivati in questi giorni - dice Fornai – e dobbiamo partire seguendo i dettagli, laddove possiamo disporre di spazi adeguati e personale». C’è da capire poi se saranno subito i farmacisti appena formati ad eseguire i vaccini o se, come sembra, saranno affiancati da tutor almeno per una prima fase. A Cecina la farmacia Bertelli ha svolto la formazione teorica e aderito ma sta valutando se effettuare le vaccinazioni viste le ultime circolari piuttosto restrive su orari e caratteristiche dei locali. A Rosignano il dottor Luigi Maione, dice: «abbiamo fatto il corso dell’Istituto superiore di sanità, sia teorico che pratico, quindi siamo abilitati. Abbiamo gli spazi disponibili dove vaccinare, dato che abbiamo allestito il gazebo sull’esterno. Aspettiamo il via libera definitivo. Credo che cominceremo le vaccinazioni intorno al 20 giugno». — RIPRODUZIONE RISERVATA