Musica, teatro e gusto, torna l’Estate livornese: ecco otto grandi appuntamenti - Il programma

Il sindaco presenta il calendario: «Si parte il 12 giugno con Scenari di quartiere». Dal 4 all’8 agosto Effetto Venezia, mentre dà forfait il “Senso del Ridicolo”

LIVORNO. Basta dare un’occhiata veloce al programma e si capisce che, per Livorno, l’estate sarà ricchissima di eventi. Una ripartenza forte e decisa, lanciata con grande entusiasmo ed altrettanta attenzione alle ormai abituali questioni di sicurezza. Il sindaco Luca Salvetti, insieme agli assessori Simone Lenzi e Rocco Garufo, presenta agli organi di informazione una lista lunghissima di appuntamenti. «Dopo aver parlato con la prefettura, con il questore, con chi gestisce il quadro pandemico nella sua complessità – spiega il primo cittadino – ci siamo convinti di poter regalare alla città un’estate quasi nella normalità».

Otto sono gli eventi fondamentali. Il Mascagni Festival (luglio, agosto e settembre). «Il numero zero del 2020 ha funzionato bene, è stato un momento speciale per la città. Adesso la prima edizione con tante idee originali, che riguarderanno anche la provincia». L’ippodromo Caprilli (luglio - agosto) «sarà un altro luogo di spettacoli e svago (oltre alle sei riunioni di corse previste); una struttura che andiamo a recuperare fissando la data di apertura all’11 luglio».


Scenari di quartiere (12-19 giugno) riconfermatissimo «una delle cose più belle che abbiamo visto, sarà l’apripista della stagione». Le Gare remiere «un super lavoro con le cantine e i comitati, che hanno portato alla decisione di fare le Risiatori e Palio Marinaro nel mese di luglio, e di spostare la coppa Barontini al giorno 11 settembre, ammesso che ci siano le condizioni per un regolare svolgimento».

Effetto Venezia (4-8 agosto) «l’ammiraglia degli spettacoli; torniamo alla formula dei cinque giorni uniti, dopo la richiesta degli operatori, e abbiamo mantenuto ciò che di buono era emerso nella passata edizione. La possibilità di ampliare lo spazio oltre il quartiere stesso, le prenotazioni, e aggiungiamo novità che segnano un ritorno alla tradizione. Non ci sarà piazza XX settembre, ma lì organizzeremo qualcosa di specifico». Il Cacciucco Pride si sposta a settembre «e ci saranno novità, una sorta di restyling». Il Palco baleno e Usciamo a riveder le stelle (giugno, luglio e agosto), le proposte del Goldoni nelle due fortezze. «È stato uno dei pochi teatri italiani durante la pandemia a far lavorare tanta gente». Poi l’iniziativa Straborgo (1-4 luglio) «una festa di quartiere con spettacoli e piazza Mazzini arena di incontro». Dopo questa cavalcata la parola passa a Lenzi, che evidenzia un altro appuntamento. «Il 2 luglio apriremo il Museo di Città con una mostra di Mario Puccini. Un impegno preso per il centenario di questo pittore, in collaborazione con Fondazione Livorno e Flac». Garufo mette al centro la ripartenza. «Lo scopo di Straborgo. Una manifestazione centrata sul quartiere, pensata come qualcosa che mette insieme gli elementi della città. Intendiamo spingere un settore che in Borgo Cappuccini è molto presente, la ristorazione». A chiudere il cerchio a settembre il Livorno Music Festival. Inoltre ci stanno la stagione in Fortezza Nuova, le attività a Villa Trossi, la Bella Estate a Villa Maria, e l’importante festival del Libro “Leggermente”, nei parchi pubblici. Tra tanta offerta, anche alcune cose che salteranno: la fiera di Sant’Antonino, il probabile forfait del premio Rotonda, e il Senso del Ridicolo, già annullato un paio di mesi fa. «Promettiamo – conclude Salvetti – che da giugno in poi a Livorno non ci sarà giorno in cui non accadrà qualcosa di buono».

Il programma

Ecco tutti gli appuntamenti: Scenari di quartiere dal 12 al 19 giugno, Straborgo dal primo al 4 luglio, Effetto Venezia 4-8 agosto, ippodromo Caprilli 11-18-25 luglio e 1-8-15 agosto. Poi le Gare remiere, la Coppa Risiatori, il Palio marinaro e la Coppa Barontini, la mostra Puccini dal 2 luglio al 19 settembre e il festival del libro "Leggermente", da luglio ad agosto (villa Fabbricotti, villa Mimbelli e parco Centro Città). Ma non solo: La bella estate (Villa Maria) da agosto a settembre, il Cacciucco Pride a settembre, il Mascagni Festival e poi Palco Baleno (Goldoni), Usciamo a riveder le stelle (sette eventi stagione lirica e teatrale da giugno ad agosto, il Livorno Music Festival (agosto-settembre), la stagione Fortezza Nuova e le attività estive a Villa Trossi Uberti e in piazza XX Settembre con "Praticamente Piazza XX".—


© RIPRODUZIONE RISERVATA