Il dramma del deputato livornese Andrea Romano: "Da due mesi non riesco a seppellire mio figlio"

In un tweet il politico del Pd racconta del lutto che ha colpito lui e la sua famiglia e denuncia i ritardi causati dal caos in cui si trova il sistema cimiteriale di Roma: "Raggi, la tua vergogna non sarà mai abbastanza grande"

LIVORNO. Un dramma nel dramma. È quello in cui è piombato il deputato livornese del Pd Andrea Romano che, dopo aver perso, due mesi fa, il figlio 24enne - affetto da una grave patologia - è ancora in attesa che venga seppellito. Romano finora aveva tenuto il massimo riserbo sul lutto che ha colpito lui e la sua famiglia. Poi, nella mattinata di giovedì 22 aprile, lo sfogo in un tweet nel quale il deputato si rivolge direttamente alla sindaca di Roma, Virginia Raggi. A provocare questo ritardo nella sepoltura infatti, è il caos in cui si trova il sistema cimiteriale della Capitale.

"Virginia Raggi, oggi sono due mesi che mio figlio Dario non è più con la sua mamma, con i suoi fratelli, con me - scrive Romano nel suo tweet - Due mesi che non riusciamo a seppellirlo: Ama non dà tempi di sepoltura degni di una città civile. Anzi, non dà alcun tempo. La tua vergogna non sarà mai abbastanza grande".