Danneggia l'auto dell'ex moglie e la spinge a terra davanti alla figlia piccola

Un'ambulanza della Misericordia di Antignano (foto d'archivio)

Livorno: l'episodio è avvenuto nella serata di sabato 17 aprile. L'uomo, 37 anni, è stato denunciato per lesioni personali aggravate e danneggiamento

LIVORNO. Prima ha danneggiato due specchietti dell'auto parcheggiata. Poi, mentre lei usciva protestando per il gesto inconsulto, lui l'ha spinta a terra. Il tutto davanti alla figlia piccola, che la donna - separata dal marito - era appena tornata a prendere come previsto dagli accordi.

Violenza attorno alle 22.30 di sabato 17 aprile nella zona sud della città, dove sono dovuti intervenire due equipaggi della Squadra volante dell'Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della polizia di Stato, diretto dal commissario capo Claudio Cappelli, e un'ambulanza (con a bordo i soli volontari) della Misericordia di Antignano. La vittima, una donna livornese di 35 anni, è stata poi dimessa dal pronto soccorso con pochi giorni di prognosi - spiegano gli inquirenti - mentre l'uomo, anch'egli di Livorno e 37 anni, dopo che l'ex moglie ha sporto querela in questura è stato denunciato per i reati di lesioni personali aggravate e danneggiamento.

Sarebbe la prima volta - secondo quanto appreso - che fra i due ex coniugi scoppiano liti poi degenerate in violenza. In passato, infatti, non ci sono mai state denunce. Motivo per il quale la procura non ha previsto, per ora, nessun provvedimento restrittivo (né divieti di avvicinamento) per il trentasettenne. In ogni caso le autorità, come da prassi, hanno attivato il "codice rosso", il provvedimento mirato a tutelare le donne vittime di violenza di genere.