Coronavirus, a Livorno crolla il numero delle vaccinazioni: ecco perché

Esaurito il boom di inizio aprile: da 1.185 dosi al giorno si scende a 250. Le uniche che andranno avanti sicuramente sono quelle degli over 80. Per il resto la situazione è critica

LIVORNO. Nella prima settimana di aprile, tra Livorno e Collesalvetti, sono stati somministrati 8.301 vaccini, più di quelli iniettati in tutto il mese di gennaio. Significa 1.185 dosi di media al giorno, col record di 1.770 per Pasqua. In molti hanno pensato che questa accelerazione, raffigurata anche dall’apertura del grande centro vaccinale del Modigliani Forum, potesse essere la svolta nella lotta al Covid. Purtroppo invece rischiamo di trovarci di fronte ad un fuoco fatuo: perché le forniture scarseggiano e nei prossimi giorni la somministrazione potrebbe quasi fermarsi.

IL RALLENTAMENTO


Basta vedere i numeri per capirlo. Ieri la vaccinazione è continuata sui ritmi dei giorni scorsi: 914 dosi somministrate solo al Modigliani Forum, di cui 837 di Astrazeneca e 77 seconde dosi di Moderna. A cui vanno aggiunte altre 150 dosi di Pfizer iniettate nei distretti di Salviano e Collesalvetti agli over 80. Totale 1.064 dosi. Ma oggi le somministrazioni previste al Modigliani Forum crolleranno a sole 99 di Moderna (più altre 150 di Pfizer agli over 80 al distretto di Salviano) e domani saranno 154 (110 di Astrazeneca ai volontari delle ambulanze e 44 di Moderna). Da sabato c’è un gigante punto interrogativo.

VACCINI SOLO AGLI OVER 80

Le uniche vaccinazioni che andranno avanti sicuramente sono quelle degli over 80, per i quali martedì sono arrivate in Toscana 110mila dosi Pfizer. Sui 14.682 anziani che vivono tra Livorno e Collesalvetti hanno ricevuto almeno una dose in 6.606 (il 45%) mentre 2.639 hanno avuto le due dosi. Con l’arrivo delle nuove forniture l’obiettivo di somministrare almeno la prima dose a tutti gli anziani entro fine aprile appare raggiungibile.

PRENOTAZIONI CHIUSE

Per il resto la situazione è critica: ieri pomeriggio sono state riaperte le prenotazioni per i soggetti con elevata fragilità. La Regione ha avvertito però che le dosi sono purtroppo ancora molto ridotte, il che consentirà di vaccinare solo i soggetti che si erano registrati prima del 19 marzo. Finché non arriveranno nuove dosi di Astrazeneca (se ne prevedono appena 9.000 in tutta la Toscana il 14 aprile) gli anziani tra i 70 e i 79 anni non saranno vaccinati. Il rischio è che la media dei vaccinati nei prossimi giorni crolli dai 1.185 al giorno della prima settimana di aprile a 200-250, rendendo inutile la macchina organizzativa allestita al palasport. Un vero peccato guardando alla crescita delle vaccinazioni di questi mesi, passate dalle 164 di media giornaliera di gennaio alle 295 di febbraio, alle 554 di marzo fino alle 1.185 di aprile.

QUASI 40MILA IMMUNI

Finora le persone che sono state vaccinate con almeno una dose tra Livorno e Collesalvetti sono 28.638. Si tratta del 16% dei residenti (in questo numero c’è una piccola percentuale di provenienti da altri Comuni che si sono vaccinate a Livorno). Sommati alle circa 10.200 persone che hanno contratto il virus si può affermare che in quasi 40mila (su un totale di 173mila residenti nei due Comuni) siano immunizzati o comunque in parte protetti dal contagio e dalla malattia. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA