Cade da due metri di altezza mentre ripara l'elica di una barca nel rimessaggio

Due volontari della Misericordia di via Verdi impegnati in un soccorso (foto Marzi)

Livorno: incidente in via dei Condotti Vecchi. In ospedale, con la Misericordia di via Verdi, un sessantenne livornese

LIVORNO. Stava lavorando in ginocchio per riparare l’elica del motore della sua piccola barca tolta dall’acqua e portata in un rimessaggio. Quando all’improvviso, non è chiaro se sia scivolato o svenuto, è caduto da circa due metri di altezza sbattendo la testa sull’asfalto, visto che si trovava in un piazzale, all’aperto quindi. Incidente, poco prima delle 9 di venerdì 8 aprile, per un livornese di circa 60 anni, il proprietario del natante.

L’uomo si trovava in un rimessaggio in via dei Condotti Vecchi, nel quartiere di Porta a Terra, ed è stato immediatamente soccorso da un’ambulanza, con il medico a bordo, della Misericordia di via Verdi. All’arrivo dei soccorritori il sessantenne non si ricordava bene che cosa fosse accaduto e per fortuna a chiamare il 118 sono state le persone con lui. L’imbarcazione era rialzata da terra con alcuni mattoni, motivo per il quale è caduto da due metri di altezza.