A Livorno trattato il primo paziente Covid con anticorpi monoclonali

Un avviso in un ospedale per la terapia monoclonale (foto Muzzi)

I sanitari coinvolti nel percorso appartengono ai reparti di pronto soccorso, malattie infettive e farmacia

LIVORNO. Nei giorni scorsi è stato trattato all’ospedale di Livorno il primo paziente con anticorpi monoclonali per Sars-Cov2. L’uomo, di circa 50 anni, si era rivolto al pronto soccorso per una patologia specifica, ma al momento del tampone di ingresso era stata diagnosticata la positività al Covid-19. 
 
I sanitari coinvolti nel percorso degli anticorpi monoclonali appartenenti ai reparti di pronto soccorso, malattie Infettive e farmacia, dopo aver valutato la corrispondenza con i criteri presenti nelle linee guida nazionali dettate dell’Agenzia del farmaco (Aifa), hanno proposto al paziente l’innovativa terapia. Il trattamento con anticorpi monoclonali vuole impedire, in pazienti con sintomi lievi, ma a rischio di peggioramento, l’aggravamento della malattia. L’uomo, sottoposto a continui controlli, non ha avuto effetti indesiderati, è in buone condizioni e si trova ricoverato per la gestione della patologia che lo aveva condotto al pronto soccorso.