Svaligia la lavanderia in venti secondi e scappa con i soldi - Video 

È il terzo colpo in dodici giorni al negozio di via Donnini. Il titolare: «Non ne posso più, la città è in mano ai ladri e nessuno fa nulla»

Livorno: ladro nella lavanderia, in 20 secondi ruba i soldi dalla cassa

LIVORNO. Venti secondi appena per entrare, forzare la macchinetta del caffè all’ingresso, prendere la cassa con dentro le monete e uscire dalla lavanderia mettendo a segno il colpo. Si è consumato pochi minuti prima delle 22 di sabato 23 gennaio l’ennesimo furto alla lavanderia Bd Ecowash di via Donnini: il terzo in appena dodici giorni. Registrato, come tutti quelli avvenuti in precedenza, dalla telecamera all’interno del negozio.

Dal video si vede un giovane sulla trentina aprire la porta: indossa pantaloni chiari, giubbetto grigio con il cappuccio, la mascherina bianca a coprire il volto e un paio di scarpe nere. Da come si muove sembra sapere cosa fare e soprattutto come aprire il cassetto dov’è sistemata la cassa all’interno della macchinetta del caffè. L’ultima immagine che registra la telecamera è quella del ladro che esce tenendo sottobraccio il bottino.

«Di questa situazione – spiega Dario Alati, titolare dell’attività e di altre due lavanderie a Livorno – non ne posso più. Purtroppo sono sconsolato. Ormai viviamo in una città dai due volti: di giorno è una cosa, di notte è un’altra. Soprattutto da quando c’è il coprifuoco, dalle 22 in poi Livorno è terra di nessuno». E dire che l’altra sera il ladro ha rischiato grosso. Perché due minuti dopo il colpo in via Donnini è arrivata la guardia giurata che avrebbe chiuso la porta dell’attività. «Io – prosegue il titolare – una volta vorrei trovarcelo. Ma spero per lui che lo facciamo prima i carabinieri. So per certo che non sono il solo in questa situazione: tanti commercianti sono vittime ogni giorno di furti. Ecco perché vorrei un incontro con l’amministrazione e i responsabili della sicurezza. I commercianti sono esasperati. Ai tempi dell’amministrazione Nogarin avemmo un incontro con l’assessora Paola Baldari. Ci disse che avrebbero installato delle telecamere. Vorrei sapere che fine ha fatto il progetto».

È tornando a casa dopo il sopralluogo del furto subito alla lavanderia che il titolare è rimasto stupito. «Alle 22 in giro non c’è nessuno – spiega – solo balordi che anche le forze dell’ordine conoscono. Ma nessuno fa niente per noi». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA