Focolaio a Villa Serena: 41 contagiati, di cui 35 anziani

Quattro giorni fa nella Rsa era stato somministrato il vaccino (che però produce il suo effetto dopo la seconda dose)

LIVORNO. Il Covid è entrato a Villa Serena. I tamponi eseguiti ieri, giovedì 7 gennaio, nella più grande Rsa livornese hanno individuato 41 contagiati: si tratta di 35 ospiti e 6 operatori.

Il focolaio si è sviluppato nei giorni scorsi: il primo caso di positività è stato individuato il 5 gennaio, giorno prima di Befana, durante l’accesso in ospedale di un anziano per motivi diversi dal Covid. Da lì l’Asl ha disposto i tamponi rapidi a tutti gli ospiti e al personale e successivamente i tamponi molecolari che hanno trovato 41 persone positive.

La maggior parte dei contagiati è ad ora in buone condizioni di salute e asintomatica. Ci sono alcuni pauci-sintomatici, con leggera febbre. Due persone invece sono state ricoverate in ospedale.

A Villa Serena quattro giorni fa erano stati somministrati i vaccini anti-Covid. Ma come noto il vaccino ha effetto la settimana successiva alla seconda dose, che viene inoculata 21 giorni dopo la prima. Prima della vaccinazione, tra l'altro, tutti gli ospiti e il personale erano stati sottoposti a test rapido e nessuno era risultato positivo.

"Una cattiva notizia che ci riporta indietro di alcune settimane- commenta l'assessore al Sociale Andrea Raspanti. "La situazione al Pascoli è in via di normalizzazione, stavamo programmando insieme all'Asl il ritorno alla attività ordinaria e la ripresa dei nuovi ingressi. Questo quadro cambia tutto".

"Ovviamente- aggiunge- non è possibile risalire a come si è verificato il contagio, ma una situazione di questo tipo non avrebbe dovuto verificarsi a gennaio 2021. L'importante adesso è gestire al meglio, in stretta collaborazione con la ASL a cui va il mio ringraziamento per la rapidità di intervento, anche questa emergenza per garantire la sicurezza degli ospiti e poter tornare a un quadro più tranquillo in tempi ragionevoli".