Coronavirus, giù i contagi: 29 a Livorno, 41 in tutta la provincia. Due le vittime, ma una è di 17 giorni fa

Nelle ultime settimane eravamo purtroppo abituati a registrare il tutto esaurito in Terapia intensiva, ora i vertici dell’Asl fanno sapere che  c'è un posto libero 

LIVORNO. Calano ancora i contagi in provincia di Livorno. Nella giornata di lunedì 30 novembre in città per la prima volta dopo oltre un mese il numero dei nuovi positivi al coronavirus è sceso sotto quota 30 (29). Un numero che in provincia sale a quota 41, il dato più basso registrato dall’inizio della seconda ondata (Campiglia Marittima 1, Castagneto Carducci 2, Cecina 1, Piombino 2, Rosignano Marittimo 2, Suvereto 3; Portoferraio 1).

Dati che fanno abbassare la media settimanale sotto quota 50. Tra i dati forniti dall’Asl ci sono anche due vittime con il Covid. Si tratta di Giuseppe Badalucco, 88 anni livornese, ma il suo decesso risale addirittura allo scorso 13 novembre. Dunque nel pieno del picco della seconda ondata. L’altra vittima, invece, è LucianoFerrini, 76 anni, originario di Castagneto Carducci e di parliamo nelle pagine della provincia. È scomparso domenica 29 novembre all’ospedale di Pisa dove era ricoverato da tempo.

Tra le buone notizie del bollettino dell’Asl c’è anche un numero. E riguarda i posti occupati nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale di Livorno. Nelle ultime settimane eravamo purtroppo abituati a registrare il tutto esaurito con 15 posti occupati, mentre ora i vertici dell’Asl fanno sapere che ci sono 104 ricoverati, di cui 14 in Terapia intensiva. Questa significa che nonostante si sia liberato un posto nessuno dei pazienti che sono assistititi nel reperto Covid ha avuto bisogno di essere trasferito. Ciò significa che le loro condizioni non sono preoccupanti al punto da essere necessario occupare quel posto in Terapia intensiva. Inoltre dal monitoraggio giornaliero, infine, su tutto il territorio dell’Azienda Usa Toscana nord ovest, ad oggi (30 novembre) sono 17.312 (-8 rispetto ad ieri) le persone in quarantena perché hanno avuto contatti con persone contagiate.