Preso a pugni e rapinato della spesa mentre cammina in piazza Guerrazzi

Un intervento delle volanti della polizia in piazza Guerrazzi, in centro (foto Marzi, d'archivio)

Livorno, il cinquantunenne è stato accompagnato al pronto soccorso dalla Misericordia. Alla polizia ha raccontato di non conoscere l'aggressore 

LIVORNO. Sarebbe stato rapinato delle buste della spesa in piazza Guerrazzi, dopo essere stato preso a pugni. L'aggressione sarebbe avvenuta poco dopo le 18 di venerdì 20 novembre in centro, non lontano dal mercato delle Vettovaglie: "Non lo conoscevo, mi sembrava fosse straniero", ha poi raccontato la vittima, 51 anni, agli agenti della Squadra volante dell'Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della polizia di Stato, diretto dal commissario capo Claudio Cappelli.

Ancora violenza in città. La rapina di piazza Guerrazzi è avvenuta praticamente nelle stesse ore in cui un bandito, con un casco in testa e una pistola in mano, ha rapinato la farmacia Misul di via dei Pensieri. Erano le 18.30 sempre di venerdì 20 novembre. Per ascoltare il cinquantunenne, nel frattempo giunto in pronto soccorso con un'ambulanza della Misericordia di via Verdi, gli agenti sono intervenuti direttamente in ospedale, dove era stato trasportato in codice giallo. Sul momento frastornato, una volta ripresosi ha quindi raccontato di essere stato colpito con un pugno mentre camminava, "apparentemente senza motivo", e dopo di non aver più trovato le borse della spesa appena acquistata in un supermercato della zona.

Sul caso sta indagando la Squadra mobile della polizia di Stato, guidata dal vicequestore aggiunto Giuseppe Lodeserto. Al setaccio, ovviamente, tutte le telecamere della zona per capire se abbiano ripreso la rapina raccontata dall'uomo alla polizia. La dinamica è ancora quindi tutta al vaglio degli investigatori.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi