Coronavirus: il sindaco chiude i moletti e lo scoglio della Regina per il fine settimana

Assembramenti sul moletto di Antignano (foto Dario Marzi)

Livorno: la decisione di Salvetti dopo l'input del ministero dell'Interno. Divieti dalle 13 alle 18 di sabato e dalle 10 alle 18 di domenica. Eccezioni per chi da lì accede a casa, per i soci dei circoli e per chi ha la barca

LIVORNO. Sabato 14 novembre, dalle 13 alle 18, e domenica 15 dalle 10 alle 18 il Comune chiude scoglio della Regina, moletto Nazario Sauro, moletto di San Jacopo, moletto d’Ardenza, moletto d’Antignano e di Quercianella. Alla luce delle indicazioni del ministero degli Interni, trasmesse alle prefetture che hanno poi informato i Comuni, nel prossimo weekend in queste zone potranno accedere solo i proprietari delle imbarcazioni ormeggiate per attività collegate alla nautica, i residenti delle abitazioni con l'accesso lì e i soci dei circoli velici, nautici e della pesca.

"Rimane frequentabile l’intero lungomare labronico – afferma il sindaco Luca Salvetti – che si estende per molti chilometri, anche se invitiamo i livornesi a limitare allo stretto necessario l’uscita di casa in una fase delicata della gestione della pandemia".
 
Il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza ha annunciato ulteriori e più intensi controlli sul territorio per limitare eventuali comportamenti non in linea con l'ultimo decreto. "Continuerà il nostro lavoro di sensibilizzazione e controllo su piazza Attias con i volontari delle associazioni che da anni guardano al mondo dei giovani, lavoro che già nello scorso week end ha dato frutti significativi – prosegue il sindaco –
Continueremo anche la gestione dei luoghi del commercio, il Mercato centrale in primis che ha un collaudato sistema di accessi e controlli sperimentato in queste settimane e ci concentreremo ancora di più sull’appuntamento con il mercatino del Venerdi per il quale organizzeremo punti di sensibilizzazione e informazione agli accessi e controlli più puntuali intorno ai banchi per ottenere il pieno rispetto delle norme di distanziamento e di uso della mascherina”.