Ladri sfasciano il panificio per rubare appena cinque euro

Il titolare con la vetrata spaccata (foto Silvestri)

Livorno: la rabbia di Riccardo Gragnani, il titolare dell’omonima attività di via di Salviano. «Il vetro cadendo ha sfondato anche il bancone del pane, duemila euro di danni» 

LIVORNO. Hanno sfasciato il panificio Gragnani di via di Salviano per rubare appena cinque euro di incasso, i pochi spiccioli che il titolare aveva lasciato all’interno del registrare di cassa per fare i resti. Ladri alla panetteria di Riccardo Gragnani, nel quartiere di Colline.

I malviventi hanno fatto irruzione nell’attività commerciale nella notte fra mercoledì 28 e giovedì 29 ottobre, provocando almeno duemila euro di danni secondo l’imprenditore livornese. «Sono arrivato al panificio alle 3.16 della notte e ho trovato l’ingresso sfasciato – racconta il proprietario – I ladri hanno buttato giù il vetro principale all’ingresso, 2.60 metri di altezza e 1,20 di larghezza. Il vetro cadendo ha sfondato anche il bancone del pane, danneggiando la vetrina. Avevo paura e non sono entrato all’interno, mi sono spostato in piazza Damiano Chiesa e da lì ho chiamato la polizia. I danni ammontano a circa duemila euro, mi sono subito fatto fare un preventivo per la riparazione. In trent’anni di attività non mi avevano mai sfasciato il negozio, ho avuto paura. Hanno rufolato nella cassa e si sono portati via soltanto le monete».


Sul posto, dopo la chiamata al 113, è immediatamente intervenuto un equipaggio della Squadra volante dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della polizia di Stato, diretto dal commissario Claudio Cappelli, con gli agenti che hanno effettuato un sopralluogo all’interno del negozio e verificato la presenza di eventuali elementi utili alle indagini. Al setaccio le telecamere della zona per capire se i ladri siano stati immortalati da qualche video, magari di negozi vicini al panificio Gragnani. —
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi