Ladro fermato al Levante da un carabiniere fuori servizio: è stato arrestato

A sinistra il comandante della Compagnia di Livorno, il maggiore Guglielmo Palazzetti, e a destra il tenente Marco Saccà, a capo del Nucleo operativo e radiomobile

Livorno: aveva riempito di utensili (per un valore di 300 euro) un borsone e stava per fuggire. Ora ha l'obbligo di firma in caserma 

LIVORNO. Stava per fuggire dal Parco Levante con un borsone pieno di attrezzi e utensili, dal valore di circa 300 euro. Un carabiniere del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Livorno, diretta dal maggiore Guglielmo Palazzetti, mentre era libero dal servizio ha fermato il ladro (un uomo di 47 anni residente a Livorno) e consentito ai suoi colleghi al lavoro di arrestarlo per furto aggravato.

Il fatto è avvenuto nella serata di mercoledì 21 ottobre. Dopo l’udienza di convalida per il quarantasettenne il giudice per le indagini preliminari ha disposto l’obbligo di firma in caserma. La refurtiva recuperata dagli uomini dell'Arma è stata restituita agli esercenti.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi