Il sindaco Salvetti contro Perini (Lega): "Sa solo gettare letame su Livorno" - Video

Salvetti mentre parla con i giornalisti e Perini a destra

Fuori dalla prefettura il primo cittadino attacca l'esponente del Carroccio: "Nella trasmissione Pomeriggio Cinque ha parlato dei fatti di piazza Attias senza neanche qualificarsi come consigliere comunale"

LIVORNO. Duro attacco del sindaco di Livorno, Luca Salvetti, nei confronti del consigliere comunale della Lega Alessandro Perini al termine di una conferenza stampa organizzata in prefettura per parlare dei nuovi controlli per garantire la sicurezza anche nella movida, dopo gli ultimi disordini avvenuti nel quartiere della Venezia e in piazza Attias.

Livorno, il sindaco contro Perini (Lega): "Sa solo gettare letame sulla città"

Il primo cittadino parla all'indomani della trasmissione di "Pomeriggio Cinque", con un'inviata che era in diretta proprio con Perini da piazza Attias: "Dopo questo episodio in piazza c’erano tutti: forze dell’ordine, cittadini arrabbiati. Ma anche un teatrino televisivo che ha visto come protagonista il consigliere comunale Alessandro Perini, andato in diretta senza neanche qualificarsi - ha spiegato Salvetti ai giornalisti presenti, fuori dal palazzo del Governo - ma presentandosi come un semplice cittadino e dando un’immagine di se stesso (e di persona che aveva filmato il video) ingannevole rispetto a chi lo stavo ascoltando. Lui in quel caso non parlava in veste di cittadino, ma come consigliere comunale della Lega. Se a me intervistano in mezzo alla strada per chiedermi di quanto è bella Livorno, io devo obbligatoriamente qualificarmi come sindaco della città, perché altrimenti ciò che dico avrebbe una valenza totalmente distorta e ingannevole per chi mi sta ascoltando. È una regola della buona informazione".

"Ma la cosa peggiore - ha proseguito il sindaco - è che è stato buttato letame addosso alla città di Livorno e questo i livornesi non lo possono accettare. È stata presentata una città allo sbando ed è sistematico delle dichiarazioni che il centrodestra fa in ogni città d’Italia dove prova a fare i propri interessi politici. Uso la parola letame perché voglio essere istituzionale: è stato gettato letame addosso all’intera città di Livorno e questo è inaccettabile. I livornesi a questa città tengono e sanno che ci si vive bene. Non accettano che qualcuno per i propri interessi e qualche voto in più getti letame sulla città".

La guida allo shopping del Gruppo Gedi