Sulla terrazza dei Pancaldi cena in bianco per Pediatria

L’iniziativa del Lions, e anche i Sinfonico Honolulu devolvono il cachet al reparto Intanto il club annuncia (col Rotary) la ristrutturazione del Famedio di Montenero

Livorno

Un successo per la serata di beneficenza in bianco (dress code richiesto) organizzata dal Lions Club Livorno Host che ha messo in piedi il "Lions white charity dinner" sulla terrazza di Palazzo Pancaldi: una cena di beneficenza con intrattenimento musicale curato dai Sinfonico Honolulu per raccogliere fondi a favore del reparto di pediatria dell'ospedale di Livorno.


Anche i Sinfonico, hanno devoluto il cachet della serata all'ospedale livornese.

Il Lions (con l’aiuto dei giovani del Leo) anche per quest'anno, come conferma il presidente, l’avvocato Gian Luca Zingoni, manterrà tutti i suoi service istituzionali con le annuali borse di studio, dibattiti e convegni, premi agli studenti meritevoli, la raccolta degli occhiali usati e l’iniziativa con i medici in piazza.

Ma in cantiere ci sono alcune novità: «Come ormai facciamo da tre anni - spiega Zingoni - sosteniamo con raccolte di beneficenza come quella ai Pancaldi il Reparto di Pediatria dell’Ospedale di Livorno ed altre realtà cittadine. Ma quest'anno in particolare ci dedicheremo anche a finanziare e promuovere progetti importanti come il Mascagni Festival (al charity dinner era presente tra gli altri proprio il direttore artistico del festival Marco Voleri, ndc) e di riqualificazione urbana facendo realizzare un murale in omaggio alla nostra storia, un omaggio alle leggi Livornine, che dovrebbe essere pronto per settembre e che speriamo possa anche trasmettere un messaggio positivo».

Tra le ultime idee del Lions Club Livorno c'è poi un progetto molto ambizioso: quello del recupero del Famedio di Montenero che di fronte al Santuario della Madonna delle Grazie raccoglie le spoglie di livornesi illustri come Francesco Domenico Guerrazzi, Giovanni Fattori, Carlo Meyer e Giovanni Marradi, per ricordarne alcuni mentre due lapidi ricordano Amedeo Modigliani e Pietro Mascagni.

Un progetto importante e a più lunga scadenza per il quale è fondamentale avere l’appoggio del Comune di Livorno e raccogliere intanto preventivi e un serio capitolato di intervento. «Oltre alle attività già menzionate - aggiunge ancora Gian Luca Zingoni - stiamo progettando insieme agli altri Club service cittadini Lions e Rotary la ristrutturazione del Famedio di Montenero perché il nostro Club crede fortemente che il rilancio della città, in questo periodo difficile, possa passare anche dal rilancio culturale, sociale e morale della comunità in cui viviamo». —