Coronavirus, fidarsi della Toscana

La metafora delle mascherine ci racconta la paura che possono farci gli altri. Ma in realtà, per gli altri, siamo in grado di fare anche cose belle come dimostra una storia che arriva dal Comune di Seravezza