Alluvione, solo due imprese hanno l’ok per i contributi

Livorno, il Comune incontra gli imprenditori: 57 devono ancora consegnare i rendiconti Simoncini: «A breve un incontro in Regione per accelerare le procedure» 

LIVORNO. Solo due imprese su 73 richieste arrivate, hanno definitivamente ottenuto il nullaosta per il sostegno finanziario. A due anni da quell’alluvione che le ha messe in ginocchio. Altre 20, sul numero totale, hanno in corso l’istruttoria di valutazione da parte di Sviluppo Toscana.

Per finire il quadro sono ancora 57 le imprese che devono ancora consegnare i rendiconti, delle 69 ammesse al finanziamento. A snocciolare numeri e a fare il punto sulla situazione è l’assessore al Lavoro Gianfranco Simoncini: «Per arrivare ad avere un sostegno finanziario dopo i danni causati dall’alluvione le imprese hanno dovuto fare un percorso composto da diverse fasi, prima la rendicontazione, poi la documentazione e indifine questa terza fase della rendicontazione: sicuramente tutti questi step hanno allungato i tempi, questo bisogna dirlo».


Non ci gira intorno Simoncini. L’amministrazione si confronta con le imprese. Vuole cercare, con loro, di risolvere i problemi riscontrati. «La volontà dell'amministrazione è di stringere un rapporto significativo con le imprese livornesi per garantire sviluppo ed espansione», continua il sindaco Luca Salvetti durante l'incontro con le imprese alluvionate che si è tenuto nella sala del consiglio comunale, alla presenza degli assessori Simoncini e Rocco Garufo. I titolari delle imprese hanno illustrato le difficoltà in atto rispetto ai rendiconti.

«A breve incontreremo la Regione per affrontare soprattutto le questioni relative alle 57 imprese che devono ancora consegnare i rendiconti: vogliamo sollecitare i sindacati di impresa a mettere nero su bianco le difficoltà segnalate in questo percorso da parte degli imprenditori, per superarle e arrivare ad avere il nullaosta per il sostegno finanziario».

L’assessore parla con i dati sottomano. «Abbiamo ripreso i dati sottolineando che a due anni dall'alluvione solo due imprese hanno ottenuto il nullaosta per il sostegno finanziario - aggiunge - altre 20 hanno in corso l'istruttoria di valutazione da parte di Sviluppo Toscana, 57 le imprese che devono ancora consegnare i rendiconti , delle 69 complessive ammesse al finanziamento. Le richieste presentate erano in tutto 73». Le aziende hanno segnalato problemi in merito alla normativa nazionale che ha portato lungaggini e difficoltà. Da qui la proposta di Simoncini: «Intendiamo promuovere un incontro con la dirigente del settore sviluppo economico della Regione e Sviluppo Toscana, soggetto gestore dei contributi, per verificare la possibilità di sveltire la procedura di supporto finanziario. L'incontro - conclude - è stato inoltre, l'occasione per una riflessione sugli strumenti di sostegno alle imprese, sulle tematiche relative alle aree per gli insediamenti produttivi e per annunciare iniziative che si svolgeranno a inizio ottobre».