Associazioni e vigili del fuoco «Più sicurezza sul lavoro»

Le iniziative si sono svolte all’interno del programma “Italia Loves Sicurezza” Organizzata una “pompieropoli” per i bambini con giochi e lezioni

LIVORNO. Si è celebrata domenica la Giornata mondiale della salute e della sicurezza. L’iniziativa ha preso forma al Gazebo della Terrazza Mascagni e ha richiamato la partecipazione di associazioni come l’Svs, di autorità cittadine come l’Accademia Navale (presente l’ammiraglio Pierpaolo Ribuffo) che, con la sua fanfara, ha aperto le iniziative in programma il pomeriggio. Ma prima, con la vicesindaca Stella Sorgente, è stato osservato un minuto di silenzio alla memoria dell’operaio recentemente morto in porto.

Le iniziative – spiegano le psicologhe Claudia Cafferata e Francesca Cini – si collocano all’interno di “Italia Loves Sicurezza”, un movimento il cui obiettivo è diffondere una nuova cultura della sicurezza che vada ad incidere sui comportamenti, che vada a toccare il cuore delle persone, non è un caso che proprio il cuore – spiegano le due ambasciatrici del movimento – è il simbolo della intera manifestazione. «Grazie al supporto di istituzioni e associazioni che gravitano in ambito locale – spiega Caffarata – siamo riuscite ad organizzare su Livorno, a partire da marzo, ben 22 eventi: laboratori didattici per bambini e ragazzi, conferenze, come quella che abbiamo organizzato al Propeller Club incentrata sul tema della sicurezza sul lavoro. Abbiamo, inoltre, organizzato attività formative».


Non solo: all’iniziativa ha preso parte anche Assonautica Livorno con luna regata che, in occasione della Settimana Velica, ha richiamato la partecipazione di 400 imbarcazioni che si sono fatte, portando il simbolo di “Italia Loves Sicurezza”, promotori del tema della sicurezza. «Il numero delle morti sul lavoro – spiega Francesca Cini – si aggira intorno alle 1000 persone ogni anno: tre persone al giorno praticamente, 9 persone muoiono al giorno sulle strade. Quest’anno c’è stato un aumento dei decessi del 10%: 1.133 morti nel 2018». I vigili del fuoco hanno organizzato una mini “pompieropoli” per i bambini. «L’iniziativa – spiega il funzionario Paolo Ghelardi – è lodevole: le problematiche legate agli infortuni sul lavoro, ma anche in ambito domestico, sono particolarmente gravi». Pompieropoli sarà presente l’11 maggio al Parco Pertini .

Rosanna Harper