«Non esistono bandi che privilegiano stranieri»