Carabiniere si uccide in caserma sparandosi con la pistola d'ordinanza

Livorno: il militare, 51 anni originario di Massa si è tolto la vita all'interno del comando provinciale. Non si conoscono ancora i motivi del gesto

LIVORNO. Un carabiniere di 51 anni originario della zona di Massa si è tolto la vita intorno alle 10 di martedì 30 ottobre sparandosi con la pistola d'ordinanza (e non con un fucile). Risulta che il militare si sia ucciso all'interno del comando provinciale dell'Arma sul viale Fabbricotti e più precisamente nel bagno del suo ufficio. Al momento non si conoscono i motivi del gesto. Sono in corso accertamenti da parte dei colleghi.

Sconvolti tutti i colleghi, da chi ha scoperto il corpo del cinquantenne massese in bagno fino ai comandanti dei vari reparti dell’Arma. «È un momento sconvolgente, un momento di grandissimo dolore per tutti noi», dicono dal comando provinciale di Livorno dopo il dramma, mentre proseguono tutti gli accertamenti del caso. A partire dall’autopsia sul corpo del carabiniere, che è stata disposta dal magistrato di turno in via precauzionale.