Musicista livornese vince mezzo milione di euro ai "pacchi" in tv

Alberto Bindi a "Affari tuoi" alla scelta finale fra il pacco da 250mila e quello da 500mila

La trasmissione dei "pacchi" di Flavio Insinna premia un musicista livornese: Alberto Bindi, bassista dei Licantropi e insegnante della scuola musicale Schumann di Collesalvetti

LIVORNO. E’ stato un livornese a sbancare i “pacchi” di “Affari tuoi”, la trasmissione di Flavio Insinna su RaiUno: ha vinto mezzo milione di euro. Si tratta del musicista Alberto Bindi, che si divide fra Colognole (dove abita con i genitori) e Cecina (dove risiede la fidanzata Barbara Sozzi): è non solo insegnante all’istituzione Schumann di Collesalvetti ma anche bassista di una band di culto come i Licantropi.

Caso più unico che raro, Bindi è arrivato alla scelta finale fra i due pacchi avendone a disposizione uno da 250mila e uno da 500mila. Gli sono stati offerti 375mila euro ma lui ha rifiutato: Nella peggiore delle ipotesi - ha risposto - vinco 250mila euro e comunque ho il 50% delle possibilità di vincere mezzo milione. E quando ha aperto il pacco è saltato fuori che Alberto aveva vinto proprio 500mila euro.

A quanto è dato sapere, al gioco tv l'aveva iscritto la mamma: e quando era stato selezionato per andare in trasmissione aveva accettato di buon grado.

Bindi in tv a "Affari tuoi"

I Licantropi sono una band livornese che deve la sua notorietà alla hit “Dé Maddé”: con ironia tutta labronica ha spopolato su YouTube raggiungendo quasi 200mila visualizzazioni. Il gruppo ha in agenda per sabato prossimo un concerto  in Fortezza Vecchia.

Attualmente i Licantropi stanno lavorando a un progetto sotto il segno della disabilità: ma, come fanno nelle loro canzoni, ribaltando logiche e luoghicomuni. "Stavolta sono i disabili che prendono in giro i cosiddetti normali", dice Andrea Landi, che della band  è voce e autore delle canzoni. Si tratta di una iniziativa in tandem con la Compagnia Mayor von Frinzius del regista Lamberto Giannini, che porta sul palcoscenico disabili e normodati in una sarabanda di scene e emozioni. "Stiamo finendo di lavorare a questo video, - dice Landi - poi dopo la presentazione con un flash mob lo regaleremo a tutte le associazioni che operano in questo campo chiedendo di postarlo sui loro social".