Scrutatore al referendum, la precedenza a chi è disoccupato

Un seggio elettorale

Livorno, l'annuncio per il voto del prossimo 17 aprile è stato dato dall'assessore al Lavoro del Comune Francesca Martini, presidente della commissione elettorale

LIVORNO. Nella nomina degli scrutatori per il referendum sulle trivelle del prossimo 17 aprile, sarà data precedenza ai cittadini in stato di disoccupazione, secondo precisi criteri fissati nella commissione elettorale comunale di Livorno.

Criteri che varranno anche per le prossime consultazioni. I requisiti fondamentali per poter essere nominati prioritariamente sono due: essere iscritti nell'albo comunale degli scrutatori, ed essere disoccupati e iscritti al centro per l'impiego. La novità  è stata presentata nella mattinata di giovedì 3 marzo in una conferenza stampa dall'assessore al Lavoro del Comune di Livorno Francesca Martini, presidente della commissione elettorale, alla presenza del dirigente anagrafe Giovanni Bencini, del responsabile servizi elettorali Giuseppe Simonetti.

"Anche quest'anno il Comune di Livorno ha scelto di nominare gli scrutatori favorendo i soggetti disoccupati - ha detto l'assessore Martini - si tratta di una misura gi adottata per le regionali che abbiamo inteso riconfermare anche per questa tornata elettorale e le prossime. Pur nella consapevolezza della marginalit di questa misura, credo infatti sia necessario cogliere ogni occasione utile per supportare chi ha perso il lavoro".