Vento a 130 all'ora, albero si abbatte sul giardino di un asilo, auto distrutta da un pino. In 500 al buio

L'albero che si è abbattuto nel giardino della scuola materna delle Sorgenti (Marzi)

Livorno, già oltre 100 gli interventi dei vigili del fuoco. Ad Ardenza una Smart è stata schiacciata dal tronco di un albero, semafori spostati, decine di motorini scaraventati a terra. Stavolta non c'è stata l'allerta telefonica del Comune.  Notizia in aggiornamento

LIVORNO. Un vento che ha superato i 100 chilometri orari (e a Quercianella ha raggiunto addirittura i 130 kmh) sta flagellando dalla notte la città. Oltre cento le chiamate arrivate al 115 dei vigili del fuoco a causa di cornicioni pericolanti, alberi, persiane, impalcature e grondaie. Via di Salviano è stata chiusa a causa di alcuni cornicioni caduti da un vecchio palazzo. Cinquecento - secondo la Regione - le famiglie livornesi rimaste senza energia elettrica.

In via Donnini un enorme albero è crollato finendo nel giardino di un asilo: il tronco ha distrutto la recinzione della scuola materna statale "Sorgenti" ed è piombato sul prato dove i bambini sono soliti giocare. "Attorno alle 8 sono venuti alcuni residenti dei palazzi di fronte alla scuola ad avvertirci che quell'albero era pericolante - racconta Giorga Zari, la responsabile del plesso -. Sono andata subito a controllare e ho visto che il terreno in effetti stava cedendo. Si vedeva bene che se fosse caduto il tronco per quanto grande non avrebbe comunque raggiunto il tetto dell'asilo, per questo non c'è stato bisogno di alcune evacuazione. Abbiamo allertato subito i vigili del fuoco e il Comune". Sono arrivati i vigili urbani e hanno delimitato la zona. Dopo neanche un'ora l'albero è piombato giù, distruggendo la recinzione e invadendo il grande prato verde dell'asilo. 

Successivamente le squadre del Comune hanno poi provveduto al taglio del tronco.

Livorno, maltempo in città con vento a 130 all'ora

Ad Ardenza Terra invece un'auto, una Smart For Four, parcheggiata in un cortile di via Muratori 29 è stata letteralmente schiacciata e distrutta da un grosso pino. Le immagini scattate dal nostro fotografo Marzi sono impressionanti: l'enorme radice si è letteralmente staccata da terra e il tronco è piombato sull'auto. Il crollo è avvenuto poco prima dell'alba.

L'albero che si è letteralmente staccato da terra e si è abbattuto su una Smart For Four parcheggiata (Marzi)

La Smart distrutta in via dei Muratori (Marzi)

Poco più in là, sempre ad Ardenza due persiane si sono staccate dai cardini di un appartamento al secondo piano e sono volate giù, a pochi centimetri dal marciapiede di piazza Sforzini, a 50 metri dalla fermata dell'autobus. Erano le 6 e mezzo. Se fosse successo un'ora dopo sarebbe andata sicuramente peggio.

Le persiane che si sono staccate da un appartamento di piazza Sforzini piombando sul marciapiede

I pompieri sono intervenuti un po' in tutta la città: sugli scali del Corso, in via della Rondinella, al mercato coperto, in piazza Due Giugno, sul viale Carducci, sul viale Italia. Proprio sul lungomare diversi alberi sono stati letteralmente sradicati, spazzate via alcune tamerici appena piantate. Secondo le squadre di giardinieri del Comune al momento risultano due pini caduti al Cisternino, villa Corridi due ligustri a terra, sul viale Italia Bellana quattro tamerici a terra, a villa Fabbricotti un alloro e un ligustro, al parco Ceron in Banditella è caduto un pino, alla Leccia un pioppo, alla scuola Dal Borro intervento per un ramo spezzato.

Un albero sradicato sul viale Italia

Il vento ha abbattuto diverse nuove tamerici sul lungomare (Marzi Penta)

La rete di recincione di piazza Luigi Orlando, davanti al cantiere Benetti, è stata abbattuta dal vento, ed è caduta lungo il marciapiede. 

La rete del cantiere in zona Porta a Mare è stata spazzata via dalle raffiche di vento

Numerosi cassonetti sono stati rovesciati, altri sono finiti in mezzo alla strada. Decine di motorini e scooter sono stati rovesciati in tutte le strade della città. Problemi alla viabilità legati ai semafori: il vento ne ha spostati diversi, soprattutto sull'Aurelia, nel tratto viale Boccaccio e viale Petrarca. Una squadra del Comune è al lavoro per metterli in sicurezza.  Vigili del fuoco sono intervenuti anche nel territorio di Collesalvetti dove un albero è caduto presso il cimitero di Nugola. I turni di servizio dei vigili del fuoco sono raddoppiati per affrontare l'emergenza in corso.

Anche l'Enel ha allestito una Task Force che da ieri notte è interamente sul campo con altri rinforzi stanno arrivando dalle regioni limitrofe. Il rischio di black out per danni a cabine elettriche e ai cavi è alto. Per la segnalazione di eventuali disservizi, i clienti possono contattare il numero verde 803500. In caso di guasti già segnalati il numero verde fornisce una informazione automatica sul disservizio.

Un semaforo spostato sul viale Boccaccio

Il vento di grecale, proveniente da nord est è gonfiato a partire dalla mezzanotte, come riporta Livornometeo.it sulla base deidati dell' Avvisatore Marittimo del porto di Livorno: già attorno all'una le raffiche avevano toccato punte al di sopra dei 40 nodi, poi un ulteriore rinforzo ha portato a oltrepassare i 53 nodi. Interrotti i collegamenti sull'isola di Capraia dove le onde hanno raggiunto i cinque metri mangiandosi il molo di ormeggio sul porto.

Del resto, che si sarebbero state "mareggiate e vento forte fino a 100 chilometri orari" lo aveva preannunciato fin dal pomeriggio precedente la Protezione civile diramando una allerta meteo "a partire dalle 22 di mercoledì 4 marzo fino alle 12 di giovedì 5 marzo". Ma stavolta non c'è stata l'allerta telefonica...

Un cassonetto rovesciato sulla pista ciclabile lungo il viale Italia davanti ai bagni Fiume (Marzi)

Le previsioni annunciano una parziale attenuazione a fine mattinata.