«Ma i veri socialisti siamo noi del Psi»

LIVORNO. «I sedicenti socialisti della Lega, più esattamente "ex di tutto", confermano la vecchia teoria massimalista per cui si identifica il nemico, in questo caso il Psi, per potersi dare una...

LIVORNO. «I sedicenti socialisti della Lega, più esattamente "ex di tutto", confermano la vecchia teoria massimalista per cui si identifica il nemico, in questo caso il Psi, per potersi dare una credibilità politica dando fondo al proprio livore irrazionale». Parte da qui Aldo Repeti, segretario Psi per ribattere alla Lega dei Socialisti che si schiera con Sel. «Parlano di socialismo e rinnegano il Partito Socialista Europeo, alla cui adesione invece hanno avviato il percorso di confluenza in Sel».

Per Repeti passano «dalla tragedia alla farsa ideologica» arrivando dal Pse alla sinistra massimalista di Tsipras: è il «fallimento del loro progetto politico» mentre – aggiunge – «l'unico partito socialista è il PsiI, fondatore del Partito Scialista Europeo nel 1992».

Su scala locale il Psi – afferma Repeti – si è schierato con Morelli e Lamberti (Confronto). Lo fa con «la candidatura di Fausto Bonsignori, un socialista da sempre» presente nella «lista che si chiama Socialisti e Democratici Europei per Livorno».

«iciamolo chiaramente ai livornesi: l'unica realtà – avverte Repeti – coerente che si riconosce nel Partito Socialista Europeo e sostiene Martin Shultz, senza titubanze ed incoerenze, è la lista Socialisti e Democratici Europei per Livorno: tutto il resto è noia».