Effetto multa: 711 sanzioni in dieci sere

Livorno: nel mirino dei vigili urbani la sosta selvaggia: l’obiettivo era la tutela dei residenti. Effettuati anche 4 sequestri per vendita di merci contraffatta e accertate 23 violazioni per occupazione abusiva di suolo pubblico

LIVORNO. Chiamiamolo pure Effetto Multa… Non potrebbe essere altrimenti, visto che nei dieci giorni in cui è andata in scena la tradizionale kermesse nel quartiere della Venezia, gli agenti della polizia municipale hanno sanzionato centinaia di veicoli (soprattutto per la violazione del divieto di sosta o delle aree a sosta limitata) e decine di attività commerciali (per il mancato rispetto delle normative in materia).

Per quanto riguarda più in particolare i controlli di polizia commerciale, la polizia municipale ha appunto svolto controlli mirati alla prevenzione dell'abusivismo commerciale e ha assicurato il corretto svolgimento dell'attività del "mercatino" provvedendo all'assegnazione degli stalli e al controllo sulla corretta occupazione e sui pagamenti dovuti e al controllo sulle occupazioni di suolo pubblico da parte delle numerose attività di somministrazione di alimenti e bevande. Questa attività di sorveglianza ha portato all'accertamento di 23 violazioni per occupazione abusiva di suolo pubblico, di 1 per somministrazione di alimenti e bevande in assenza di titolo autorizzativo e di 2 per attività commerciale su area pubblica svolta in zona interdetta, proprio perché tale area era riservata allo svolgimento di eventi di Effetto Venezia.

I vigili urbani hanno inoltre controllato che si svolgessero correttamente i vari intrattenimenti e le attività di spettacolo: in questo contesto sono state riscontrate 2 violazioni per "l'accertamento non autorizzato di intrattenimenti" e di 1 per lo svolgimento di musica dal vivo senza l'acquisizione della valutazione di impatto acustico La polizia municipale ha inoltre effettuato 4 sequestri penali per vendita di merci contraffate e 14 sequestri amministrativi per vendita abusiva su suolo pubblico nell'area di Effetto Venezia.

Per quanto attiene invece ai controlli di polizia stradale, l'attività di controllo è stata rivolta principalmente a tutela dei residenti, in considerazione anche dell'ampliamento della Ztl e della Zsc per tutto l'arco della giornata nelle zone interessate allo svolgimento della manifestazione e nelle aree limitrofe. I controlli disposti dalla municipale hanno però verificato tantissime infrazioni da parte dei conducenti (non solo livornesi, visto che la festa ha richiamato persone da molte località della Toscana) a dimostrazione, probabilmente, che l’afflusso a Effetto Venezia è stato così massiccio da rendere praticamente impossibile la ricerca di un posto “regolare”.

I vigili urbani hanno infatti accertato ben 711 violazioni, la stragrande maggioranza delle quali hanno riguardato la sosta vietata.