Picchiata dal compagno, donna incinta perde il bambino

Denunciato l’uomo, un marocchino già noto alle forze di polizia. Il magistrato ha disposto esami legali sul feto

Picchiata dal compagno perde il bambino. È successo ieri sera, sabato, a una donna di 37 anni. I due vivono insieme alla Scopaia. Erano in casa quando è scoppiata la lite. In base a quanto appreso, lui l’avrebbe colpita ripetutamente e poi scaraventata a terra. La donna si è sentita male e ha cominciato a perdere sangue. A quel punto per lei è stato necessario il trasferimento alpronto soccorso dove i medici si sono accordi che era incinta.

Dopo i primi accertamenti, la brutta notizia: il feto non aveva più battito, e non c'è stato niente da fare. I medici hanno chiamato la polizia e sul posto sono arrivati gli agenti delle volanti. La polizia ha denunciato l'uomo un marocchino 35 anni, già conosciuto alle forze dell'ordine per fatti legati alla droga. Dell’episodio è stato avvisato il pubblico ministero di turno, che ha disposto il congelamento del feto per fare gli accertamenti di legge. L'obiettivo dell'indagine è capire se la morte del feto sia legata alle percosse ricevute dalla donna, che sarà operata nei prossimi giorni. Il 35enne marocchino intanto è stato indagato per percosse e lesioni.