Fotografa le bagnanti, rischia il linciaggio

Immortala le donne sdraiate al sole, braccato da alcuni giovani scappa ma dimentica il cellulare: denunciato

LIVORNO. Sorpreso a fotografare le bagnanti in costume sdraiate sul mare ad Ardenza. Un giovane romeno è finito nei guai e ha rischiato di essere linciato. Nella fuga, braccato dai ragazzi, ha dimenticato sul posto cellulare e vestiti. Identificato dalla polizia, è stato denunciato per molestie.

E’ successo giovedì pomeriggio alle 17 sul moletto di Ardenza, luogo molto frequentato dai giovani che l’altro giorno era stracolmo di gente per la bella giornata. Il giovane è stato visto mentre, inequivocabilmente (come poi emerso dalle foto rintracciate sul suo cellulare) fissava il fondoschiena delle bagnanti, che poi fotografava. Cosa che di per sé non costituisce reato. La situazione però è cambiata quando alcune delle donne prese di mira hanno invitato il giovane a smettere. Lui, noncurante, ha continuato. E la cosa è diventata molesta.

A quel punto sono intervenuti dei ragazzi che, presa la difesa delle bagnanti, hanno intimato al romeno di smettere di fotografare. E poi l’hanno di fatto bloccato.

Lui allora s’è divincolato e, spaventato, è scappato, lasciando però sul moletto la borsa con i vestiti e il cellulare. Intanto è scattato l’allarme al 113 della polizia, che è arrivata sul posto con una volante. Gli agenti hanno preso in consegna vestiti e cellulare, verificando che all’interno del telefonino, nella cartella immagini, c’erano effettivamente delle foto di ragazze sdraiate in costume. Poco dopo al cellulare è arrivata una chiamata da parte di una persona che si è presentata come il fratello del destinatario della chiamata (nonché proprietario del telefono). I poliziotti hanno chiesto all’interlocutore il nome della persona cercata e ora stanno accertando la veridicità del dato acquisito.

In base a quanto scoperto dalla polizia, il romeno in questione sarebbe un senzafissadimora che si muove intorno al Penny dell’Aurelia, dove chiederebbe l’elemosina. Sono comunque in corso indagini. Il reato ipotizzato nei suoi confronti è molestie.

Non è certo la prima volta che, alle porte dell’estate, sul lungomare sud livornese si scatenano maniaci o appassionati - per così dire - di bagnanti. Le zone più colpite sono la spiaggetta davanti all’Universal, il Pendola ad Antignano e poi proprio Ardenza. La scorsa estate ad Antignano la polizia ha rincorso per giorni un giovane che si masturbava fissando le ragazze in costume. In un’altra occasione è stato pizzicato un uomo di mezza età che, puntando le bagnanti, cercava di attirare l’attenzione denudandosi. E non è mancato chi ha tentato addirittura un approccio con alcune giovani in costume, con proposte esplicite.

©RIPRODUZIONE RISERVATA