L'intervista della tv moldava a  Domnica Cemortan

Domnica Cemortan, venticinque anni, moldava, membro dell'equipaggio della Costa Crociere, era ospite non pagante di uno degli ufficiali della Costa Concordia. Durante la manovra di avvicinamento all’Isola del Giglio, sulla porta di ingresso della plancia ufficiali c’era lei. Era anche alla cena di gala allo stesso tavolo del comandante Schettino. Interrogato dal Gip, il comandante avrebbe anche fornito al magistrato il nome della donna, ma il tentativo di rintracciarla nella lista passeggeri della nave ha dato esito negativo. Qui sotto il video della televisione mondava in cui Domnica rilascia un'intervista di cui traduciamo il contenuto.

"Tutta la gente aveva paura, piangeva in tutte le lingue, si sentivano tanti rumori, non si capiva esattamente cosa succedesse". "Questa tragedia sembra la stessa del Titanic. La gente che lavorava sulla Concordia è daccordo con quello che ha fatto il capitano che ha salvato tremila persone". Domnica Cemortan lavorava da cinque anni sulle navi e questa della Concordia è la prima emergenza che si è trovata ad affrontare. Spiega che a bordo della nave conosceva soltanto quattro persone moldave, che in crociera infatti c'erano solo cinque moldavi su quattromiladuecento persone in tutto. Domnica continua poi a spiegare che ci sono ancora almeno quindici persone disperse (l'intervista è stata rilasciata qualche giorno fa) e che le ricerche, però, sono state sospese per il maltempo.