Rianimata dai volontari dopo l'arresto cardiaco a Calafuria: gravissima sub di 52 anni

Le ambulanze sul posto (foto Daniele Stefanini/Silvi)

Livorno: il battito ha ripreso dopo l'intervento dei soccorritori della Svs con il "Lucas". La Misericordia di via Verdi l'ha portata in ospedale

LIVORNO. Ha accusato un malore di fronte agli Scogli Piatti, mentre si trovava in acqua per un'immersione. Una subacquea di 52 anni è stata soccorsa in condizioni gravissime sul moletto di Antignano, dove è stata accompagnata dopo il malessere, e rianimata grazie al "Lucas" e al medico del 118 - lo speciale apparecchio sanitario che sostituisce il massaggio cardiaco manuale - dai volontari della Svs di Ardenza e dai colleghi della Misericordia di via Verdi, prontamente intervenuti.

La donna - secondo quanto ricostruito - sarebbe in condizioni molto serie, con il battito cardiaco che ha ripreso dopo l'intervento dei soccorritori. Sul posto è intervenuta la guardia costiera, che sta cercando di ricostruire l'accaduto.