Livorno come il bronx: coprifuoco per tutti, ma non per i ladri

Un'auto dei carabinieri impegnati nei controlli in città

Sei furti nella notte: vetrine spaccate e forze dell'ordine a caccia dei ladri

LIVORNO. Alcuni cittadini attorno alle 22,30 di sabato 21 novembre hanno segnalato una persona alle forze dell'ordine, ma probabilmente si trattava di un piccolo gruppo di uomini, raccontando che stava spaccando alcune vetrine. I carabinieri si sono messi quindi sulle tracce dei ladri-vandali, che però al momento risultano ancora in fuga. I colpi sono stati messi a segno - tutti nella notte tra sabato 21 e domenica 22 - ai danni di sei attività: un parrucchiere in corso Amedeo, al civico 297, al negozio di videogiochi "Massima Curvatura" via Mentana 41, al negozio di abbigliamento Caffaz, in piazza Attias, al negozio frutta e verdura Il Girasole, in via Cambini, al civico 17, all'erboristeria Benetti e al benzinaio Eni, in via Marradi, e al bar Gambrinus al Cisternone. Stando alle informazioni finora raccolte, i malviventi non hanno portato via denaro, salvo 65 euro dal negozio di videogiochi di via Mentana.