Mattarella sul Giorno della Memoria: “Combattere ogni germe di razzismo”

Il Presidente: «La guardia non deve essere mai abbassata»

«La giornata della Memoria, che si celebra oggi in tutto il mondo, non ci impone solamente di ricordare i milioni di morti, i lutti e le sofferenze di tante vittime innocenti, tra cui molti italiane. Ma ci invita a prevenire e combattere, oggi e nel futuro, ogni germe di razzismo, antisemitismo, discriminazione e intolleranza. A partire dai banchi di scuola. Perché la conoscenza, l'informazione e l'educazione rivestono un ruolo fondamentale nel promuovere una società giusta e solidale. E, come recenti episodi di cronaca attestano, mai deve essere abbassata la guardia». Lo afferma il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un messaggio inviato in occasione della celebrazione della Giornata della Memoria al ministero dell'Istruzione. «E, come recenti episodi di cronaca attestano, mai – prosegue il Capo dello Stato - deve essere abbassata la guardia. Auschwitz, con i suoi lugubri reticolati, le ciminiere e le camere a gas, è diventato il simbolo dell'orrore nazista, del male assoluto. Ma è, e deve essere, la testimonianza costante di quali misfatti sia capace l'uomo quando si abbandona, tradendo la sua stessa umanità, a sentimenti, parole e ideologie di odio e di morte».

(fonte: La Stampa)