Corteo no Green pass, Di Maio: non sono manifestanti ma delinquenti. Salvini: la violenza non è mai giustificata

Boldrini, sciogliere gruppi neofascisti. Conte: violenza inaccettabile. Tajani: non c'è spazio per i violenti. Meloni: Lamorgese sbigottisce, è inadeguata

«Questi non sono manifestanti, sono delinquenti. Massima vicinanza alle Forze dell'Ordine. Basta con questa violenza inaudita, basta strumentalizzare i vaccini e il green pass: stanno salvando vite umane ed evitando nuove chiusure. Con la salute dei cittadini non si scherza. La politica condanni, senza se e senza ma. Non devono esserci dubbi: la vita è una cosa preziosa». Lo ha scritto su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio commentando quanto avvenuto durante la manifestazione a Roma contro il Green pass.

«Esprimere le proprie opinioni e manifestare pacificamente è legittimo, usare la violenza invece no. Le manifestazioni squadriste di questi minuti in centro a Roma sono inaccettabili e vanno condannate con forza. Voglio inoltre dare la vicinanza mia e di Montecitorio alla Cgil per le intimidazioni subite e gli atti di violenza». Così il Presidente della Camera, Roberto Fico.

Roma, scontri al corteo no Green Pass: i manifestanti occupano la sede della Cgil

«Non c'è spazio nel nostro Paese per i violenti #NoGreenPass. Quello che sta accadendo in questo momento a Roma è inaccettabile. Forze dell'ordine aggredite, bombe carta lanciate in pieno centro. Mi auguro che i responsabili vengano individuati al più presto!» scrive su Twitter il coordinatore nazionale di Forza Italia Tajani, postando anche un video dei disordini in corso a Roma. «Manifestare è un diritto costituzionale, ma chi lancia le bombe carta in nome della libertà è solo un provocatore. Se poi lo fa in nome della libertà di contagiare, come è accaduto oggi nel centro di Roma, diventa un pericolo doppio per la civile convivenza. Non possono esserci cedimenti nei confronti della minoranza no vax, il cui estremismo sta diventando una piaga che rischia di minare la coesione sociale del Paese e questo non è tollerabile» dichiara in una nota la presidente dei senatori di Forza Italia, Anna Maria Bernini. «Estremisti violenti, presunti no vax o no green pass che devastatano Roma vanno sbattuti in galera. Troppa tolleranza per predicatori violenti sempre a piede libero. Perché?» scrive Maurizio Gasparri di Forza Italia.

Corteo No Green Pass, scene di guerriglia a Roma: esplose bombe carta

«Gravissimo quanto sta accadendo a Roma. Disordini e violenze intollerabili. Solidarietà alle Forze dell'Ordine e alla CGIL, la cui sede e' stata assaltata. I gruppi neofascisti, che cavalcano la protesta dei no vax e no green pass, vanno sciolti. Subito» scrive Laura Boldrini del Pd.
«E' l'ora di sciogliere Forza Nuova» scrive il segretario del Pd, Enrico Letta.

«Quanto accaduto durante la manifestazione di Roma è squadrismo inaccettabile. Esprimo la mia solidarietà alla Cgil e alle forze dell'ordine per le violenze odierne» commenta il ministro della Salute Roberto Speranza.

«Il Partito Democratico chiede a tutte le forze di maggioranza e di opposizione dell'ordine repubblicano di esprimere la più ferma e assoluta condanna di quanto accaduto». E' quanto dichiara Enrico Borghi della segreteria nazionale del PD. «La realtà – aggiunge – si è incaricata di smentire chi sostiene che il fascismo sia solo folklore o nostalgia. La manifestazione odierna di Roma, con evidente e preordinata regia, è sfociata in violenze, occupazioni e minacce contro istituzioni, forze dell'ordine, cittadinanza. Ancora una volta, a forza di seminare vento si raccoglie la tempesta della violenza e della sovversione». 

«Il tutto - prosegue Borghi (Pd) - ad una settimana dal voto nella capitale e in importanti città italiane e nello stesso giorno in cui il candidato della destra nella Capitale Michetti rispolvera gli argomenti odiosi del peggior antisemitismo. Al di là delle responsabilità di natura penale che dovranno essere accuratamente valutate da chi ne ha competenza, vi sono evidenti responsabilità politiche in chi ha sdoganato il linguaggio della violenza come elemento della dialettica e in chi ha strizzato l'occhio in questi mesi a queste frange estreme e violente. Chi dissente dall'uso del Green Pass, che ha consentito la ripartenza del paese, ha gli strumenti della democrazia per esprimersi. Ma la prova di forza folle contro lo Stato e le istituzioni odierna ha un solo nome: fascismo».

«Le derive violente della manifestazione di Roma contro il green pass sono davvero molto preoccupanti. Scontri con la polizia, strade bloccate e addirittura l'assalto alla sede della Cgil». Così il leader M5S, Giuseppe Conte, su Fb. «Quella di oggi a Roma è la pagina di uno squadrismo pericoloso e violento. Manifestare il proprio dissenso è legittimo, avere dubbi e paure comprensibile, usare la violenza è inaccettabile». E aggiunge: «Più volte nelle settimane scorse ho invitato tutte le forze politiche a non lasciare spazio a incertezze e ambiguità in tema di campagna vaccinale, prefigurando il rischio che queste posizioni potessero alimentare pulsioni antiscientifiche sino ad arrivare a reazioni aggressive».

«Solidarietà alla Cgil per questa indegna azione squadrista dei soliti noti. Gruppuscoli di fascisti che cavalcano le proteste no vax: scene già viste che si sono ripetute oggi nella sede della Cgil a Roma che ha dalla sua l'Italia democratica». È quanto sostiene Mario Perantoni, presidente della commissione Giustizia della Camera, deputato M5S. «Mi auguro che una volta ripresa in mano la situazione, si proceda ad identificare i responsabili dell'aggressione», aggiunge.

«La violenza non è mai giustificata, non è mai la soluzione. Non confondiamo la violenza di pochi criminali con le richieste ragionevoli di chi vuole tutelare salute, diritti, libertà e lavoro» dice il leader della Lega Matteo Salvini.

«Quelle delle violenze viste oggi a Roma sono immagini vergognose. Mi auguro che i responsabili vengano individuati e puniti. Lascia sbigottiti la totale mancanza di controllo e prevenzione da parte del ministero dell'Interno. Una gestione pessima che una volta di più conferma l'inadeguatezza del ministro degli interni Lamorgese» afferma Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia. «Esprimo la mia totale vicinanza alle forze dell'ordine e la piena solidarietà al segretario dalla Cgil, Maurizio Landini. Solidarietà anche a migliaia di manifestanti scesi in piazza per protestare legittimamente contro i provvedimenti del governo e di cui nessuno parlerà per colpa di delinquenti che usano ogni pretesto per mettere in atto violenze gravi e inaccettabili».

Manifestazione Roma, Gualtieri: "Intollerabili violenze da forze di estrema destra"

«Quello che accade nel centro di Roma è una vergogna. Non ha nulla a che fare con il legittimo dissenso sulle scelte del governo». Così il presidente di Italia Viva e vicepresidente della Camera, Ettore Rosato. «Lacrimogeni, petardi, scontri con la polizia al grido di libertà sono solo ipocrisia e violenza mescolate. Solidarietà alle forze dell'ordine e a tutti i cittadini danneggiati da questa sceneggiata», aggiunge.

Roma, scontri al corteo no Green Pass: i manifestanti occupano la sede della Cgil

(fonte: La Stampa)