Figliuolo: “Sette milioni di dosi in più da Pfizer, finalmente una bella notizia”

Il commissario per l’emergenza: «Il piano va avanti così come l'avevo strutturato, per questo sono davvero contento»

Il punto di svolta, a questo punto potrebbe essere Pfizer. Ci sta investendo l’Europa e per queste ragioni il commissario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo assicura che arriveranno 7 milioni in più di dosi. «Ho ricevuto una chiamata dal premier Draghi – spiega il commissario – che mi ha comunicato l'arrivo per Europa in questo trimestre di 50 milioni di dosi Pfizer in più.

Vaccini, Ursula Von der Leyen: "Un nuovo contratto con Pfizer a breve"

Per l'Italia vuol dire oltre 670.000 dosi in più ad aprile, 2 milioni e 150.000 dosi in più a maggio e oltre 4 milioni di dosi in più a giugno. Finalmente una bella notizia. Il piano va avanti così come lo avevo strutturato e come è stato approvato dal presidente Draghi.

Sono molto contento perché dopo varie battute d'arresto dovute alle vicissitudini che tutti sapete questa notizia mi rincuora». Naturalmente, l’arrivo di nuove dosi di Pfizer dopo lo stop and go su AstraZeneca e il momentaneo fermo del vaccino di J&J (almeno per ora) tamponano la carenza di fiale già indicate nel calendario della vaccinazioni. Comunque, insiste Figliuolo, «ci sono molte regioni che stanno per terminare le vaccinazioni degli over 80».

Danimarca, stop ad AstraZeneca: la funzionaria sviene durante l'annuncio in diretta tv

(fonte: La Stampa)